Dopo i gironi di Champions è stato il tempo delle altre due competizioni europee, Europa e Conference League. Nella giornata di oggi ci sono stati i sorteggi che hanno dato ufficialmente inizio a queste coppe. Le tedesche possono considerarsi fortunate perché, nonostante ogni gruppo abbia delle insidie, è altrettanto vero che le possibilità di qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta è molto alta.

Europa League

Partiamo dall’Europa League e dall’Eintracht Francoforte. Il club, nel corso dell’estate, ha cambiato guida tecnica puntando su Oliver Glasner. Una scelta molto interessante considerando quanto di buono fatto dall’allenatore con il Wolfsburg. Le Adler si troveranno in un girone con Olympiacos, Fenerbache e l’Anversa di Nainggolan; sfide alla portata dell’Eintracht ma ricche di insidie a partire dalle trasferte, decisamente calde, in Grecia e in Turchia. Per superare il turno ed accedere alla fase a gironi servirà evitare quei cali di concentrazione caratteristici del Francoforte degli ultimi anni.

Passiamo all’altra squadra tedesca, il Bayer Leverkusen, inserito in un girone con Celtic, Betis Siviglia e Ferencvaros. Anche in questo caso possiamo parlare di un gruppo alla portata delle Aspirin che, però, non possono assolutamente permettersi i passaggi a vuoto propri della loro storia come, ad esempio, quello contro lo Young Boys della passata stagione. Sarà molto interessante la sfida contro il Siviglia tra due squadre che propongono un calcio offensivo ed efficace; in questi centottanta minuti probabilmente si deciderà la capolista del girone.

Conference League

Passiamo ora alla Conference League, la neonata competizione europea su cui ci sono tante curiosità ma anche tanti dubbi legati alla spettacolo. La prima squadra tedesca a partecipare è l’Union Berlino capace di prendersi la qualificazione all’ultimo minuto dell’ultima giornata della scorsa Bundesliga. I ragazzi di Fischer si troveranno di fronte Slavia Praga, Feyenoord e Maccabi Haifa. Tutte squadre con maggiore esperienza internazionale ma l’Union ha le qualità per poter disputare una Conference da assoluta protagonista.