Il Siviglia è ancora una volta in finale di Europa League e ormai per gli andalusi non è più una novità. I successi in questa Coppa ormai sono diventati un’abitudine e contro l’Inter andrà alla ricerca del sesto trionfo innalzando ancora di più il record di vittorie. Vediamo però come sono arrivati questi successi e scopriamo le cinque finali del Siviglia.

SIVIGLIA-MIDDLESBROUGH 4-0 2005-06
Il primo successo venne ottenuto alla Philips Arena di Eindhoven in un’inedita finale contro gli inglesi del Middlesbrough. Per entrambe le squadre l’Europa era sempre stata avara di soddisfazione e la sfida in Olanda era un’enorme occasione. Il Siviglia però stava iniziando a costruire una squadra di primo livello e che sarebbe diventata un’abitudinaria dei trofei continentali, mentre gli inglesi stavano vivendo una stagione da sogno. La differenza tecnica risultò evidente fin da subito e a sbloccare la sfida nel primo tempo fu Luís Fabiano. Nella ripresa ci furono varie occasioni per pareggiare, ma nel finale si scatenò la potenza spagnola. Enzo Maresca prese in mano le redini della partita e con una doppietta infilò Schwarzer prima che Kanouté calasse il poker finale per un 4-0 che regalò il primo titolo europeo ai Rojiblancos.

SIVIGLIA-ESPANYOL 2-2 3-1 D.C.R. 2006-07
In Champions League il calcio spagnolo aveva faticato e nessuna squadra era arrivata in semifinale, ma in Coppa Uefa fu tutta un’altra storia. Ad Hampden Park ci fu la sfida interna con l’Espanyol, con i catalani vogliosi di uscire dall’anonimato e dalla nomea di seconda squadra di Barcellona. Fu una sfida emozionante e ricca di colpi di scena e a passare in vantaggio fu il Siviglia con il terzino Adriano, ma passarono solo dieci minuti prima del pareggio di Riera. Nella ripresa i biancazzurri rimasero in dieci per l’espulsione di Hurtado e capirono che bisognava alzare le barricate. Si andò ai supplementari e alla fine del primo Kanouté replicò la rete in finale un anno dopo e per gli andalusi sembrava fatta. Un destro da fuori area di Jônatas a cinque minuti dalla fine però sorprese Palop portando la sfida ancora una volta in parità. Si andò ai rigori e il campo molto appesantito dalla pioggia condizionò i catalani. Luís García, Jônatas e Torrejón si fecero parare la loro conclusioni da un Palop in versione supereroe. Per il Siviglia solo Dani Alves sparò alle stelle, ma fu un errore indolore perché per il secondo anno consecutivo la Coppa volava verso il Sánchez Pizjuán.

SIVIGLIA-BENFICA 0-0 4-2 D.C.R. 2013-14
Allo Juventus Stadium era già tutto pronto per la sfida tra Siviglia e i bianconeri di Torino, tanto che tanti tifosi della Vecchia Signora avevano già comprato i biglietti in anticipo. Il Benfica però tese un brutto scherzo ai piemontesi vincendo la semifinale e questo portò a un pessimo colpo d’occhio, con tanti posti vuoti in bella mostra e forse questo clima, non certo da finale, condizionò l’incontro. Lo 0-0 si trascinò fino alla fine dei tempi supplementari senza grandi sussulti e ancora una volta sarebbero stati i calci di rigore a decidere le sorti della Coppa. Per gli spagnoli andarono in gol Bacca, M’Bia, Coke e Gameiro, mentre Beto neutralizzò i tiri di Cardozo e Rodrigo decidendo così la serie di rigori. Per il portiere degli andalusi si trattava di un vero e proprio derby e per un cuore Sporting come il suo la soddisfazione fu doppia.

SIVIGLIA-DNIPRO 3-2 2014-15
Il Dnipro era la grandissima e impronosticabile rivelazione di inizio torneo. Gli ucraini fecero un percorso pazzesco, tanto da eliminare perfino il Napoli in semifinale, e a Varsavia avrebbero provato a completare l’opera contro i campioni in carica. A sbloccare il risultato furono proprio i ragazzi di Markevič grazie al colpo di testa di Kalinić. La gioia però durò poco e già nel primo tempo ecco che le reti di Krychowiak e Bacca che ribaltarono la situazione in favore del Siviglia. Il Dnipro però era ben duro a morire e prima che l’arbitro mandasse le squadre a riposo una perfetta punizione di Rotan battè Rico per il 2-2. Nella ripresa però venne fuori la grande supremazia tecnica degli spagnoli e fu ancora Carlos Bacca a battere Bojko e a portare a quattro i successi in Europa League per i Rojiblancos.

SIVIGLIA-LIVERPOOL 3-1 2015-16
Quando il Siviglia vede in finale l’Inghilterra diventa inarrestabile e dieci anni dopo la vittoria sul Middlesbrough, ora toccava al Liverpool. Al Sankt Jakob di Basilea si respirava l’aria della grande finale e i novanta minuti non delusero le aspettative. Come l’anno precedente gli spagnoli andarono sotto nel punteggio grazie alla rete di Sturridge che di sinistro sorprese Soria. I Reds di Klopp ebbero svariate occasioni, ma tutte vennero sprecate e allora nel secondo tempo uscì tutta l’esperienza degli andalusi. Gameiro pareggiò immediatamente la sfida e poi divenne protagonista Coke che stese Mignolet con una doppietta ribaltando completamente la finale. Nessuna squadra era mai riuscita a vincere per tre anni consecutivi la Coppa Uefa, si erano fermate a due il Real Madrid nel 1985 e nel 1986 e lo stesso Siviglia nel 2006 e nel 2007, e battendo il Liverpool impedì agli inglesi di agganciarli a quota quattro titoli.