Il Real Madrid alla Ciudad de Valencia per sdoganare il tabù Levante, che con Paco Lopez in panchina ha vinto ben 3 incontri sui 6 disputati contro i blancos. Il posticipo della 2ª giornata di Liga si è chiuso, per la prima volta per le granotas, in pareggio.

Vinicius salva il Real

Pronti via e i ragazzi di Ancelotti trovano il vantaggio con Bale: il gallese, tanto discusso negli ultimi due anni più per gossip che l’aiuto dato in campo, ha trovato la prima rete della sua stagione. A seguirlo, però, è stato un rapido unodue dei padroni di casa: Roger ad inizio ripresa e Campana, al centro del mercato fino a qualche settimana fa, hanno ribaltato il risultato. Almeno fino all’ingresso di Vinicius: l’ala brasiliana, entrata nel secondo tempo, ha prima pareggiato i conti per due volte, salvando i blancos allo scadere.

L’importanza della panchina

Ancelotti ha ancora tanto da sistemare tra le fila madrilene, ma di certo sa che può contare su una panchina decisamente importante: l’ingresso di Vinicius ha cambiato volto al posticipo della Ciudad de Valencia, evitando la 4ª sconfitta a Valencia negli ultimi 7 incontri. Certo, va registrata una fase difensiva che pare ancora essere un cantiere aperto dopo gli addii estivi di Sergio Ramos VaraneCarletto ha ancora tempo ma deve ingranare quanto prima: se Barcellona Atlético zoppicano, i blancos devono poterne approfittare.

Il coraggio del Levante

Le granotas si sono rese protagoniste di una grande prova contro una big: dopo il pareggio dell’esordio hanno sfiorato un vittoria d’élite, ma non sorprendente visto il vizio di ammazzare le grandi, vistosi la scorsa stagione. Paco Lopez può puntare ad un campionato tranquillo ma con una squadra così, che sa esaltarsi in certe gare, l’Europa può diventare un sogno perseguibile.