Liga: i tre protagonisti della decima giornata

In Liga è stato il weekend del Clasico, al Camp Nou il Barcellona ha rifilato una pesantissima manita al Real Madrid vincendo 5 a 1 una partita praticamente a senso unico. Nella nostra rubrica che vi propone i tre protagonisti del weekend della massima divisione spagnola un nome lo avrete già indovinato, non vi resta che scoprire chi insieme al Pistolero è riuscito a prendersi la scena nel decimo turno di Liga.

LUIS SUÁREZ (Barcellona)

Tre gol nel Clasico, già questo basterebbe per descrivere il meraviglioso weekend vissuto da quello che, ad oggi, è probabilmente il miglior 9 d’Europa. L’attaccante uruguaiano si è letteralmente preso sulle spalle la squadra blaugrana che, orfana di Messi infortunato, è riuscita a trovare una vittoria importante sia per la classifica che per il morale. Nei tre gol segnati Suárez ha mostrato tutto il suo repertorio. Prima un calcio di rigore potente e preciso, poi un colpo di testa chirurgico con la palla che probabilmente non era neanche diretta verso di lui e infine un tocco sotto di gran classe per chiudere alla perfezione una prestazione che ricorderemo per molto tempo. Il Pistolero ha dimostrato di essere in un momento di forma psicofisica eccezionale, Messi può star tranquillo e recuperare in tutta calma, a trascinare il Barça ci pensa Luis Suárez.

IAGO ASPAS (Celta Vigo)

Dopo una nottata emozionante dove ha vissuto l’enorme gioia di diventare papà, Iago Aspas ha regalato un altro tipo di gioia ai propri tifosi mettendo a segno una splendida tripletta nel match vinto per 4-0 contro l’Eibar. Tre punti importantissimi per i Celestes che non vincevano dal primo di settembre quando venne sconfitto l’Atletico Madrid. Iago Aspas sale cosi a 8 gol in 10 partite, un ruolino di marcia impressionante per un giocatore che ha trovato nel Celta la sua dimensione perfetta. Oltre ad essere un idolo dei tifosi, il numero 10 spagnolo è anche un punto di riferimento in campo per i propri compagni. Il Celta ha tutte le carte in regola per lottare per un posto nella prossima Europa League e con un Iago Aspas cosi è tutto più semplice.

BORJA BASTÓN (Alavés)

Continua la favola dell’Alavès che, dopo essere andato sotto davanti al pubblico amico contro il Villarreal, è riuscito nell’impresa di rimontare e vincere una sfida tiratissima. Tre punti che permettono ai bianco blu di conquistare in solitaria la seconda posizione a -1 dal Barcellona capolista. A decidere la sfida giocata nel tardo pomeriggio di domenica è stato Borja Bastón. Il 26enne attaccante spagnolo è stato bravo a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto in area di rigore dopo una serie di rimpalli, a quel punto Borja ha spedito il pallone in rete con un preciso destro. Vi lasciamo immaginare il tripudio della tifoseria locale visto che il gol è arrivato nel quarto minuto di recupero, un successo in extremis che esalta ancora una volta lo spirito guerriero di una squadra che non vuole smettere di stupire. Borja Bastón porta a due il suo score in questa Liga e dimostra quanto si possa essere decisivi anche se non si gioca sempre, una qualità rara che l’allenatore dell’Alavés cercherà di sfruttare nel corso della stagione.

Impostazioni privacy