Il ritorno in campo all’alba del nuovo anno ha portato subito una brutta sorpresa al Real Madrid: l’inaspettato KO contro il Getafe ha rimesso in piedi una classifica che tre turni fa sembrava non aver più nulla da dire. Adesso i Blancos hanno solamente 5 punti di vantaggio sul Siviglia che oltretutto dovrà recuperare ancora un match e potenzialmente può arrivare fino a -2.

Ed è per questo che la sfida tra Real Madrid e Valencia, già di suo una grande classica del calcio spagnolo, assume contorni di un big match vero e proprio. Nella super sfida del Bernabéu in palio dunque punti pesantissimi per la nuova fuga del Real, quella da ricostruire, dopo che i passi falsi inattesi con Cadice e Getafe negli ultimi tre match hanno riaperto gli scenari per la corsa al primo posto.

Ancelotti dalla sua però può essere ottimista, dato che recupera Vinícius, out al Coliséum Alfonso Pérez, e di fatto non avrà altri assenti se non Carvajal che verrà risparmiato in vista della Supercoppa che si giocherà poi in settimana. Sarà una gara speciale anche per Karim Benzema, che cerca la sua rete numero 300 con la maglia blanca e soprattutto ha già gettato le basi per vincere il suo primo titolo di Pichichi in carriera, sempre andato nei suoi anni in Spagna a uno tra Messi, Cristiano Ronaldo e Luis Suárez. Con 15 gol e la concorrenza fin qui del solo Juanmi del Betis a quota 11, la tavola sembra apparecchiata.

Dall’altra parte però un Valencia che viene dallo stesso grado di delusione degli avversari, dato che l’ultima partita, in questo caso giocata il 31 dicembre, ha portato una sconfitta inaspettata a Mestalla contro l’Espanyol, nonostante l’iniziale vantaggio dei Che. Mancherà Hugo Duro, ex di turno e in gol all’andata, espulso nell’ultima gara, ma soprattutto la stella della squadra Soler, che è indisponibile. Bordalás si affida così a Helder Costa, più la coppia Maxi Gómez-Guedes in attacco. Fischio d’inizio stasera alle 21.00, visibile in Italia su Dazn.