La missione della Liga è chiara: trovare un’antagonista al Real Madrid. La sfida di questa sera tra Siviglia e Atlético ha l’obiettivo di risolvere l’enigma principale per il campionato e capire su chi il Real debba fare i conti da qui alla fine. vero, a oggi le impressioni sono più quelle di una corsa in solitaria che altro, ma è normale cercare una possibile rivale nel caso in cui ci fosse una flessione come quella capitata allo stesso Atlético una stagione fa.

La classifica dice Siviglia secondo a 34, Atlético quarto a 29, entrambe con una partita in meno rispetto al Real Madrid che è in testa a quota 42. Per l’Atlético di fatto è un’ultima chiamata: forse un po’ tardiva ma dopo la qualificazione last minute di Champions League e la sconfitta nel derby è arrivato il momento di dare una risposta a questa stagione fin qui troppo silenziosa e anonima.

Per il Siviglia invece l’occasione è ghiotta per consolidare quella seconda posizione che è la grande ambizione dei ragazzi di Lopetegui. Forse troppo distante il Real per essere raggiunto, ma per dare un risvolto a questa stagione che fin qui ha presentato la delusione dell’eliminazione preventiva in un girone tutt’altro che impossibile di Champions League, serve una cavalcata n Liga differente rispetto a quella delle passate stagioni, una che dia per scontato il piazzamento nelle prime quattro e che per una volta faccia sentire il Siviglia superiore ad alcune delle tre big.

Poi il livello delle due squadre farà il resto da sé: due rose complete e con grande talento sono sicuramente gli ingredienti ideali per il piatto forte di una giornata di Liga in cui il Real affronterà il Cadice e il Barcellona affronterà l’Elche. Fischio d’inizio al Pizjuán stasera alle ore 21.00.