Al termine di una lunga attesa e di molte speculazioni, è stato presentato ufficialmente in settimana quello che sarà il nuovo campionato argentino, che partirà dopo la Copa América.
Si tratta di un torneo molto atteso e che rappresenta, dopo un anno e mezzo, un primo passo verso il ritorno alla consuetudine: sarà infatti un classico campionato a girone unico, formula che in Argentina non andava in scena da marzo 2020.

L’ultimo campionato tutti contro tutti, infatti, era stata la Superliga vinta dal Boca Juniors all’ultima giornata con l’1-0 sul Gimnasia La Plata firmato da Carlos Tévez alla Bombonera: era l’8 marzo 2020 e quella rimane l’ultima partita con pubblico giocata in Argentina. La seguente Copa de la Superliga, infatti, iniziata con la pandemia già galoppante in Europa, era stata prima sospesa dopo una sola giornata (giocata peraltro a porte chiuse) e poi definitivamente annullata.

Da quel momento in poi si sono giocati due tornei, entrambi organizzati seguendo format “modulari” (fase/i a gironi + fase ad eliminazione diretta), in modo da essere più facilmente gestibili ed interrompibili in caso di improvvisi focolai o lockdown nazionali: la Copa Diego Armando Maradona, vinta dal Boca Juniors, e la Copa de la Liga Profesional, vinta dal Colón de Santa Fe.

La Liga Profesional de Fútbol inizierà il weekend del 16 luglio e terminerà il fine settimana del 12 dicembre. Ci saranno 5 turni infrasettimanali, ma nessuna pausa per le nazionali. 26 le squadre partecipanti, che si scontreranno una volta sola per un torneo di 25 giornate.

Annunciato a metà 2020, il blocco delle retrocessioni varrà anche per questo campionato ma, come già successo nei precedenti tornei, il rapporto punti/partite giocate verrà calcolato e la classifica del promedio aggiornata, in vista del ritorno in vigore delle retrocessioni per il 2023. Allo stesso modo, i punti di questo torneo saranno validi al fine del calcolo della Tabla Anual, la classifica complessiva che determina la qualificazione alle coppe continentali.

Il vincitore della Liga Profesional si qualificherà per la Copa Libertadores 2022 e giocherà il Trofeo de Campeones contro il Colón il prossimo 17 dicembre.

La novità più significativa e che sicuramente farà più discutere è l’introduzione del VAR: la tecnologia, già applicata in Libertadores da due stagioni, è stata testata e messa a punto negli scorsi mesi e debutterà nella massima divisione argentina da questo campionato.

Contestualmente, è stato sorteggiato il calendario; questa la prima giornata: