Eccoci ritornati al nostro ormai tradizionale appuntamento con l’analisi di quello che è successo nel weekend appena concluso di Liga aspettando il posticipo di questa sera che vedrà impegnato il Siviglia sul campo dell’Alaves, andiamo quindi a scoprire com’è cambiata la classifica con 9 delle 10 partite giocate della 26esima giornata del massimo campionato spagnolo.

Lotta per il titolo – Tutto facile per Real Madrid e Barcellona che si sbarazzano senza troppi problemi rispettivamente di Eibar e Celta Vigo, per le merengues torna a sorridere Karim Benzema che segna una doppietta fondamentale soprattutto a livello mentale per l’attaccante francese che ha sfruttato al meglio le assenze di CR7, Bale e Morata per attirare a se le luci dei riflettori. Il Barca dal canto suo è stato autore di un’autentica passeggiata contro il mal capitato Celta Vigo che si è dovuto inchinare allo strapotere blaugrana, 5-0 il risultato finale con la doppietta di Lionel Messi che sale a quota 23 reti in 23 presenze in Liga. Barcellona che quindi rimane in testa alla classifica con un punto di vantaggio sul Real, che ha ancora una partita da recuperare, e 5 sul Siviglia impegnato questa sera sull’ostico campo del Deportivo Alaves.

Qualificazione alle coppe europee – Vincono tutte tranne l’Eibar le squadre che puntano a raggiungere un piazzamento che garantirebbe loro la qualificazione o alla prossima Champions League o all’Europa League. Spicca su tutte la vittoria dell’Atletico Madrid che ha regolato con un secco 3-0 un mai domo Valencia, doppietta di Griezmann che sale a quota 12 centri in questa Liga. Tiene il passo dei colchoneros la Real Sociedad che va a vincere sul difficile campo del Betis con un rocambolesco 3-2 grazie alla doppietta di Xabi Prieto. Il Villareal si tiene stretto il sesto posto grazie alla vittoria per 2-0 contro l’Espanyol con il vantaggio sull’inseguitrice, l’Athletic Club, che sale a 4 punti visto che la squadra basca, grazie alla vittoria contro il Malaga per 1-0 al San Mames, ha superato l’Eibar portandosi a quota 41 punti. Sono 49 i punti dell’Atletico Madrid quarto con la Real Sociedad staccata di una sola lunghezza, segue il Villareal a 45 punti.

Lotta per la salvezza – Vittorie che definire pesantissime sarebbe quasi riduttivo per Leganes e Deportivo la Coruna che battono rispettivamente il Granada e lo Sporting Gijon, entrambe con il risultato di 1-0, nelle due sfide salvezza che ci proponeva questo weekend la Liga. Il Leganes sale a quota 24 punti incrementando a 5 punti il vantaggio sulla terzultima, il Granada, mentre il Depor, che ha espugnato il campo del Gijon, si porta a 23 punti con una partita in meno. Perde ancora il Malaga, terza sconfitta consecutiva, che deve ringraziare proprio il Leganes e il Depor che gli permettono di restare a 7 punti di vantaggio sul terzultimo posto, un lusso visti i numeri delle ultime partite che parlano di una sola vittoria negli ultimi 13 incontri disputati. Sconfitte anche per Betis e Valencia che rimangono ferme rispettivamente a 27 e 29 punti con i bianco verdi che hanno una partita da recuperare. Sempre più ultimo l’Osasuna che perde 5-2 sul campo del Las Palmas, sesta sconfitta consecutiva e sempre 10 punti in classifica, la retrocessione sembra ormai cosa certa.

Il posticipo del lunedì – Il Siviglia, impegnato questa sera sul campo dell’Alaves, non vuole perdere contatto con il duo di testa e per farlo deve per forza di cose portare a casa i 3 punti contro un Alaves che ha dalla sua il fatto di essere in finale di Copa del Rey, fattore mentale che carica l’ambiente anche solo al pensiero e una posizione molto tranquilla in classifica, 33 punti che vogliono dire salvezza ormai certa. Per la squadra di casa sono ben 3 le defezioni dovute ai cartellini, Alexis e Katai per via delle espulsioni nell’ultimo turno e Daniel Torres per somma di ammonizioni. Nel Siviglia, reduce da 4 vittorie consecutive, mancherà invece Samir Nasri che ha raggiunto il limite massimo di cartellini gialli per far scattare la squalifica per una giornata.