Bentornati al nostro consueto appuntamento del lunedì dove andremo ad analizzare quello che è successo nella 37esima giornata della Liga, dalle vittorie, entrambe per 4-1, del Barcellona e del Real Madrid alla retrocessione matematica dello Sporting Gijon passando per il tris di pareggi in zona Europa League mentre l’Atletico Madrid è certo del terzo posto che vuol dire qualificazione diretta alla fase a gironi della prossima Champions League.

LOTTA PER IL TITOLO

Ad una giornata dal termine Barcellona e Real Madrid sono ancora appaiate in testa alla classifica con la squadra di Luis Enrique che occupa la prima posizione grazie al vantaggio negli scontri diretti mentre le merengues nella serata di mercoledì giocheranno la partita contro il Celta Vigo al Balaidos che ci permetterà di prepararci al meglio ad un’ultima giornata che si prospetta elettrizzante. Nei match giocati ieri, come vi accennavamo qui sopra, le due rivali si sono sbarazzate con il medesimo risultato delle rispettive avversarie, il Barça è andato a vincere sul campo del Las Palmas grazie soprattutto ad un Neymar in forma smagliante autore di una splendida tripletta mentre a completare il tabellino ci ha pensato il solito Luis Suarez che porta cosi a 28 le realizzazioni in questa edizione della Liga in 34 presenze, 4 i gol dell’attaccante uruguaiano nelle ultime 3 partite. Al Bernabeu, invece, il Real Madrid aveva sulla carta un avversario più ostico rispetto ai blaugrana ma Cristiano Ronaldo e compagni hanno annichilito il Siviglia con un secco 4-1 non dimenticando però le belle parate di Keylor Navas che ha salvato il risultato in più di un’occasione. Il numero 7 delle merengues, grazie alla doppietta siglata ieri sera, raggiunge e supera quota 400 gol con la maglia del Real Madrid, ormai i record sono in continuo aggiornamento grazie a giocatori del calibro di Messi e CR7 in una Liga che promette sempre tanto tanto spettacolo.

QUALIFICAZIONE ALLE COPPE EUROPEE

L’Atletico Madrid, grazie al pareggio 1-1 in casa del Betis, è sicuro di mantenere il terzo posto fino alla fine di questo campionato, sono infatti 6 i punti di distacco rispetto ad un Siviglia che nulla ha potuto contro lo stra potere del Real Madrid, la squadra di Simeone evita cosi i preliminari di Champions League e avrà modo di preparare al meglio la prossima stagione che ci aspettiamo sia migliore di questa soprattutto nella Liga.

Andando invece a dare uno sguardo alle posizioni che permetterebbero la qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League, ci accorgiamo che ci sono stati 3 pareggi delle squadre che lottano per conquistare il quinto e il sesto posto nel tentativo di evitare una settima posizione che varrebbe l’Europa League solamente nel caso in cui il Barcellona vinca la Copa del Rey, un evento che è molto probabile che accada ma nel calcio non si sa mai. Dicevamo dei 3 pareggi in cui sono incappate le 3 squadra in lotta per la prossima Europa League, il Villarreal, quinto in classifica, mantiene un punticino di vantaggio rispetto all’Athletic Club e lo fa pareggiando 0-0 in casa contro il Deportivo la Coruña mentre la squadra basca non va oltre l’1-1 casalingo contro il Leganes. A pari punti con l’Athletic Club troviamo la Real Sociedad che, in caso di arrivo a pari punti con la squadra allenata da Valverde, arriverebbe settima visto che gli scontri diretti premierebbero Muniain e compagni, la squadra di Eusebio Sacristán in questo weekend non ha saputo sfruttare il fattore campo pareggiando 2-2 contro un Malaga che sta vivendo un finale di campionato davvero esaltante. Diventa fondamentale, quindi, un ultimo turno che promette scintille visto che tutte e 3 le squadre sopra citate saranno impegnate lontano da casa.

LOTTA PER LA SALVEZZA

Il titolo lo lasciamo cosi per tradizione ma ormai nella Liga di quest’anno non esiste più una lotta per la salvezza visto che proprio ieri sera abbiamo avuto la matematica certezza della retrocessione dello Sporting Gijon a cui non è bastata la bella vittoria per 1-0 sul difficile campo dell’Eibar visto che il Depor porta a casa un punto fondamentale e decisivo per la permanenza nel massimo campionato spagnolo sul difficile campo di un Villarreal ancora in lotta per la qualificazione alla prossima Europa League. Applausi, dunque, ad uno Sporting Gijon che, a differenza di Osasuna e Granada, ci ha provato fino alla fine a rimanere nella Liga riuscendo tra le altre cose a vincere le ultime due partite di campionato.