Il big match della terza giornata di Premier League metteva di fronte Liverpool ed Arsenal; le due squadre si ritrovavano dopo essersi affrontate nella finale del Community Shield vinta dai Gunners. Questa sera i Reds cercavano la rivincita ma soprattutto l’aggancio in classifica alla coppia Leicester-Everton; i ragazzi di Arteta, invece, volevano i tre punti per avere la consapevolezza di disputare un campionato ai massimi livelli. Alla fine hanno, come le ultime quattro volte ad Anfield, hanno vinto i Reds e uno dei protagonisti è stato Diogo Jota; l’attaccante ci ha impiegato otto minuti per realizzare il suo primo goal con il Liverpool.

Jota, esordio da incorniciare

Non poteva immaginarsi esordio migliore Diogo Jota; l’attaccante portoghese, entrato a dieci minuti dalla fine, ha avuto il merito di realizzare la rete che ha permesso ai suoi di chiudere la partita. L’ex Wolverhampton ci ha impiegato otto minuti per mostrare buona parte delle sue qualità. Il suo arrivo è sicuramente un’arma in più a disposizione di Klopp che ora contare su un’altra freccia all’interno di un arco offensivo decisamente ben fornito.

Con la vittoria di questa sera il Liverpool sembra aver ritrovato quella condizione con cui ha dominato la scorsa Premier League; il primo mini ciclo di una certa difficoltà (Chelsea e Arsenal) è stato superato nel migliore dei modi. Non un ben segnale per le principali pretendenti al titolo.

Arsenal, Arteta non basta

L’Arsenal non è riuscito a sbancare Anfield neanche con il talismano Arteta; l’ultima volta che i Gunners hanno vinto in casa del Liverpool, infatti, era il settembre 2012 e in campo ci stava l’attuale tecnico. Una sorta di maledizione che il club proverà a spezzare in Carabao Cup quando le due squadre si ritroveranno per la terza volta nel giro di un mese. Nel frattempo Lacazette e compagni subiscono una sconfitta che evidenzia il netto divario con i campioni in carica.