La cessione di Malcom ha riattivato il mercato del Barcellona che ormai è sempre più vicino ad avere la rosa definitiva per questa stagione. Con la partenza del brasiliano allo Zenit, rimangono solamente due i ruoli su cui intervenire: il terzino sinistro, con Junior Firpo forte candidato, e l’esterno per il buco lasciato proprio da Malcom.

Junior Firpo, il terzino che serve

La necessità di avere un ricambio di Jordi Alba è ampia: a destra per quanto Sergi Roberto non venga ancora considerato un top del ruolo e Semedo sia ancora un po’ inadatto a fare la doppia fase, la fascia sembra avere una sua solidità, mentre a sinistra non ci sono vere e proprie certezze oltre al titolare.

Ecco perché la mossa è quella di prendere un calciatore con quelle caratteristiche che possa essere considerato un’alternativa vera ad Alba e non solo un suo eterno rincalzo. Junior Firpo ha tante delle caratteristiche richieste: ha un passo simile a quello dell’ex Valencia, ha già esperienza nonostante la giovane età, e la sua prospettiva è quella di poter sostituire Jordi Alba in futuro anche in nazionale.

L’operazione è vicina alla conclusione e darebbe a Valverde quella sensazione di stabilità per una difesa che nei rimpiazzi ha avuto forti crisi nelle scorse stagioni, soprattutto al di fuori della Spagna.

Da un estremo all’altro: la promozione di Pérez o il ritorno di Neymar

Risolto il problema del terzino sinistro, il rebus più complicato rimane quello dell’altro esterno. Sulla carta non ci sarebbe neanche un eccessivo bisogno, dato che Dembelé e Coutinho sono più che un lusso da tenere in panchina in un attacco che già conta su Messi, Suárez e Griezmann. Per questo si potrebbe pensare di puntare sulla promozione stabile di Carles Pérez dal Barça B, in modo da non avere degli scontenti eccellenti da prendere sul mercato. L’alternativa a questa opzione è decisamente volta in un’altra direzione, ossia quella del ritorno di Neymar. Si creerebbe non poco traffico in avanti, ma le risorse per fare gol sarebbero quasi infinite.

Questo è l’ultimo passaggio da risolvere per completare il nuovo Barcellona di Valverde, quello dell’all-in sul mercato per tornare a vincere una Champions League, ormai troppo distante nel tempo in rapporto alle squadre viste in questi quattro anni.

Segui Footbola sulla nostra pagina Facebook