La Premier League è ricominciata ed il Liverpool continua ad essere attivo sul mercato. Le prime due partite di campionato hanno mostrato ancora una volta che la difesa dei Reds ha bisogno di essere rafforzata: in appena due match gli uomini Klopp hanno subito ben cinque reti (ben due dal modesto Burnley), troppe per una squadra che vuole finalmente puntare in alto.

Fra i difensori individuati al Liverpool figura il nome di Martins Indi, l’olandese classe ’92 attualmente in forza al Porto. Diventato una colonna portante del Feyenoord, il club che lo ha accolto nel suo vivaio nel 2010 e che lo ha lanciato nel mondo del grande calcio, Martins Indi ha saputo imporsi anche al Porto, che lo ha acquistato dopo l’ottimo mondiale disputato con la sua Olanda.

Martins Indi è un giocatore davvero versatile: l’olandese infatti nasce come difensore centrale, ma non disdegna di essere impiegato anche come terzino sinistro, grazie alla sua grande velocità unita ad un fisico potente e ad una discreta tecnica personale. Le sue caratteristiche e la giovane età gli permettono di adattarsi bene in ogni squadra e guadagnare un posto da titolare inamovibile, diventando il punto fisso di qualsiasi difesa. Nonostante il suo fisico imponente lo renda quasi insuperabile nell’uno contro uno, l’unica pecca di Martins Indi sembra essere una marcatura troppo debole, un dettaglio che Klopp dovrà limare accuratamente se vuole rinforzare definitivamente la sua difesa.

Il profilo di Martins Indi andrebbe a completare perfettamente la non poco bucata retroguardia del Liverpool che, con Sakho ad un passo dall’addio ed il duo Klavan-Lovren che non gira come dovrebbe, non da alla squadra quella solidità di cui avrebbe bisogno per rialzare la testa dopo una stagione altalenante. Inoltre l’arrivo del difensore rappresenterebbe un rinforzo importante anche per la corsia di sinistra, un altro settore abbastanza in crisi.

Martins Indi sembra davvero ad un passo dal Liverpool che, dopo gli acquisti azzeccati di Matip, Wijnaldum e Mané, potrebbe mettere a segno il colpo decisivo per tornare ad essere competitiva e lottare per un posto in Europa in una Premier League che già regala tante emozioni.