La lotta per accedere al Mondiale si infiamma: nel gruppo D bellissimo testa a testa tra Costa d’Avorio e Camerun con i primi in vantaggio di un solo punto rispetto ai rivali. Stessa situazione del girone a con il Burkina Faso che non molla e stacca l’Algeria di 3 punti, ma gli algerini devono scendere ancora in campo contro il Niger. L’Egitto strapazza la Libia, stacca i principali nemici e a tenta la fuga.

LOTTA MONDIALE TRA COSTA D’AVORIO-CAMERUN E BURKINA FASO-ALGERIA

Gruppo D

Anche il girone D si chiude definitivamente con la Costa d’Avorio che farà la corsa al primo posto insieme al Camerun: escono di scena sia il Mozambico che il Malawi che non potranno abbandonare la terza e la quarta posizione. I camerunensi, sul campo del fanalino di coda, vince di misura, un po’ a fatica e solo nella ripresa, grazie alla realizzazione di Ngadeu-Ngadjui: dopo un primo tempo sottotono, il ct Conceicao cambia buona parte della squadra e il risultato va a premiare il Camerun che resta in scia della Costa d’Avorio con un secondo posto ad un punto dalla vetta. Anche i “Les Elephants” faticano contro il Malawi ma, alla fine, la spuntano per 2-1: a Pepe risponde Muyaba, poi la rete definitiva di Kessie su calcio di rigore: gli ivoriani blindano il primato con lo scontro diretto che deciderà le sorti del gruppo D, ma per quello dovremmo aspettare l’ultimo incontro a disposizione.

Classifica Gruppo D: Costa d’Avorio 10, Camerun 9, Malawi 3, Mozambico 1

Gruppo F

L’Egitto si conferma la prima forza del girone e mette le cose in chiaro per l’accesso al Mondiale: la seconda vittoria contro la Libia dimostra quanto “i faraoni” siano superiori alle altre formazioni del gruppo. Dopo l’1-0 in casa, gli egiziani si impongono anche per 3-0 in terra libica con le realizzazioni di Ahmed El Fotouh, Mostafa Mohamed e Sobhi: grande assente nel tabellino Salah, a secco ma grande partecipe nel successo con l’assist vincente che ha regalato il tris. La Libia vede l’Egitto allontanarsi con le probabilità di andare in Qatar sempre più fievoli. Si riscatta anche il Gabon che blocca l’Angola ma solo grazie ad un grande secondo tempo: dopo una prima frazione di gioco di studio e sofferenza, i padroni di casa alzano la testa e passano in vantaggio con Aubameyang. 10 minuti dopo, l’autorete di To Carneiro chiude definitivamente i conti con i gaboniani e gli angolani fuori dai giochi per il Mondiale.

Classifica Gruppo F: Egitto 10, Libia 6, Gabon 4, Angola 3

Chiudiamo poi il Burkina Faso che, almeno per una notte, balza in testa al girone A scavalcando di 3 punti l’Algeria che deve ancora scendere in campo contro il Niger che, solo 3 giorni fa, ha incassato ben 6 reti dagli algerini. Il povero Gibuti non può far nulla contro la capolista e viene travolto per 2-0, dando dimostrazione di tenacia e coraggio: purtroppo, per la piccola nazionale, due errori risultato fatali e portano in rete Dayo e Tapsoba. Il Burkina Faso dimostra di avere tutte le carte in regola per poter ambire al Mondiale in Qatar: si attende la risposta dell’Algeria che gode, in caso di parità di punti, di una differenza reti nettamente maggiore che potrà essere ampliata con un altro successo nei prossimi 90 minuti.