Siamo alle battute finali, quelle che decideranno le prime formazioni di ogni girone che accederanno definitivamente alla terza fase per la qualificazione al Mondiale. A strappare il pass ci pensa il Mali che approfitta del pari dell’Uganda: scivola il Ghana che adesso rischia con il Sudafrica che ha bisogno di un solo punto. Il Benin tiene a distanza la Repubblica Democratica del Congo: anche in questo caso, basta un pari per volare all’ultimo step.

IL MALI SEGUE IL SOGNO MONDIALE: VICINI ANCHE SUDAFRICA E BENIN

Gruppo E

Con 90 minuti di anticipo, si chiude la corsa nel girone E con il Mali che strappa il pass per la terza fase di qualificazione al Mondiale: la nazionale riesce a vincere contro il Rwanda e a blindare il primo posto grazie al pari dell’Uganda. In trasferta, i maliani, vedono steso il tappeto rosso con l’espulsione diretta di Djihad dopo appena 7 minuti: da quel momento in poi inizia un monologo degli ospiti che passano con Djenepo, Kone e Coulibaly. Un tris importante che porta l’attacco a quota 10 reti con la difesa che resta imbattuta dopo 5 partite: score che potrebbe essere eguagliato solo dalla Tunisia, ancora a zero gol. Il Mali deve anche ringraziare il Kenya che è riuscito a fermare l’Uganda ancora in corsa: finisce 1-1 la sfida tra le due nazioni con Olunga che porta avanti i kenyoti, raggiunti nel finale da Bayo che sveglia in extremis i suoi.

Classifica Gruppo E: Mali 13, Uganda 9, Kenya 3, Rwanda 1

Gruppo J

Anche il Benin si avvicina alla terza fase di qualificazione al Mondiale: alla nazionale manca un solo punto per festeggiare il traguardo. Il Madagascar, ospite, non può nulla contro la capolista e incappa in una scontata sconfitta per 2-0: un gol per tempo basta per chiudere l’incontro con le firme di Dossou e di Mounie. 3 punti che valgono oro perchè la Repubblica Democratica del Congo non molla e tiene il passo, restando a solo 2 lunghezze di distanza: i congolesi vincono sul campo della Tanzania per 3-0 e provano a mettere pressione agli avversari. Kakuta, Idumba e Malango Ngita conquistano la seconda piazza lasciando aperta la speranza di accedere alla terza fase: tutto verrà deciso nell’ultimo match a disposizione con lo scontro diretto contro il Benin. La Rep. Dem. del Congo può solo vincere per strappare la vetta del girone ai rivali: pochi calcoli per la nazionale che vuole continuare a credere nel sogno Qatar. Un vero peccato per la Tanzania che ha pagato i 2 ko nelle ultime 3 giornate proprio contro le due nazionali più forti del girone.

Classifica Gruppo J: Benin 10, Repubblica Democratica del Congo 8, Tanzania 7, Madagascar 3

Gruppo G

Diverso il discorso del girone G con il Ghana che vede allontanarsi la possibilità di volare al Mondiale: le “black stars” frenano pericolosamente contro l’Etiopia e compromettono di molto il passaggio alla terza fase. 1-1 al triplice fischio e un punto che fa perdere contatto dal primo posto: ad Ayew risponde Kebede che potrebbe privare il Qatar di una delle nazionali africane più importanti. A sorridere è solo il Sudafrica che allunga in classifica e migliora la propria differenza reti, prima caratteristica che verrà notata a parità di punti: i sudafricani passano di misura sullo Zimbabwe e volano a +3 sul Ghana con una differenza reti di +5 rispetto al +3 delle stelle nere. Ci pensa Mokoena a rendere sempre più vivo il sogno di passare il turno: adesso, negli ultimi 90 minuti, ci sarà lo scontro diretto tra le prime 2 del girone. Al Sudafrica basterà non perdere per chiudere in testa, il Ghana non solo dovrà vincere, ma dovrà farlo almeno con tre marcature di scarto.

Classifica Gruppo G: Sudafrica 13, Ghana 10, Etiopia 4, Zimbabwe 1

Gruppo H

Chiudiamo con il Gruppo H che ha ben poco da dire con il Senegal già qualificato alla terza fase per il Mondiale: i senegalesi, con un po’ di turnover, pareggiano in extremis sul campo del Togo. Fanno tutto gli ospiti con un autogol di Cisse, in pieno recupero di primo tempo e con la realizzazione di Diallo al 93′: un punto che serve a poco ma che tiene imbattuta la nazionale. Pareggio anche tra Namibia e Congo che si stanno giocando solo l’onore: i congolesi vanno sotto nel punteggio per mano di Shalulile ma trovano il pari, nella ripresa, con Mbenza. L’obiettivo è quello di non arrivare ultimi, solo per poter tenere alto l’orgoglio della propria nazione.

Classifica Gruppo H: Senegal 13, Togo 5, Namibia 5, Congo 3