Si conclude il 4° turno di gare, si conclude la seconda sosta per le qualificazioni africane al Mondiale: grande prestazione di Senegal e Marocco che restano a punteggio pieno, 4 successi su 4 e conquistano la promozione anticipata alla terza fase. Il girone H il girone I si possono considerare completamente chiusi a due giornate dalla fine. Resta in equilibrio la lotta tra Sudafrica-Ghana e Algeria-Burkina Faso: solo lo scontro diretto darà alla luce il nome della primatista.

SENEGAL E MAROCCO VOLANO ALLA TERZA FASE E SI AVVICINANO AL MONDIALE: ALGERIA SENZA FRENI

Gruppo H

Il girone H si chiude in anticipo con il Senegal che vince contro la Namibia, resta a punteggio pieno e consolida matematicamente il primato, strappando il primo pass per la terza fase di qualificazione. I senegalesi firmano il passaggio con due giornate di anticipo sulla tabella di marcia grazie ad un 3-1 pesante sulla Namibia: l’artefice di questo risultato è Diedhiou, attaccante dell’Alanyaspor, autore di una tripletta imbeccata da due assist di Mane e uno di Ciss. Un traguardo importantissimo che permetterà al ct Cisse di poter convocare nuovi prospetti in vista delle ultime due partite del girone. Il Togo, con una botta di orgoglio, batte il Congo e abbandona l’ultima posizione agganciando la Namibia a 4 punti: una vittoria amara che migliora la classifica ma che non può minimamente intaccare la posizione del Senegal. I togolesi si svegliano tardi in questa fase di qualificazione: Placca e Denkey sono sufficienti per portare il successo a casa, inutile il pareggio di Mbenza.

Classifica Gruppo H: Senegal 12, Togo 4, Namibia 4, Congo 2

Gruppo G

Il Ghana si impone contro lo Zimbabwe con un modesto 1-0 e mantiene viva la lotta con il Sudafrica per l’accesso all’ultima fase di qualificazione al Mondiale: gli avversari restano ultimi con un solo punto ed abbandonano qualsiasi minima speranza di volare in Qatar. La marcatura porta la firma di Partey, nuovamente in rete dopo il gol all’andata per un più ampio 3-1. I ghanesi, adesso, dovranno disputare un incontro con l’Etiopia prima dello scontro diretto contro i sudafricani: match che deciderà la qualificazione per la terza fase. Il Sudafrica non si fa intimorire dagli etiopi e dopo il 3-1 di 3 giorni fa, questa volta vince di misura, strappando comunque i tre punti e consolidando il primato, caduto nelle mani del Ghana per solo 5 ore. I padroni di casa sono fortunati e passano grazie all’autorete di Gibeto dopo appena 10 giri di orologio. Il gruppo G resta completamente equilibrato in attesa del big match all’ultima giornata.

Classifica Gruppo G: Sudafrica 10, Ghana 9, Etiopia 3, Zimbabwe 1

Continuiamo con le ultime due gare: la più importante è quella tra Marocco e Guinea, recupero del match che era stato posticipato proprio per il colpo di stato guineano. I marocchini, come ci si aspettava sulla carta, vincono con un largo vantaggio e come il Senegal volano alla terza fase per la qualificazione al Mondiale. Con due giornate di anticipo si chiude anche il girone I con il Marocco che stacca di 8 punti la Guinea-Bissau: il vantaggio porta la firma di El Kaabi al 4° gol nelle ultime 3 partite con la sua nazionale. Firmano il poker anche Amallah (una doppietta) e Boufal nel finale. Il gol della bandiera è di Kane che aveva illuso la Guinea con il momentaneo pareggio.

Chiudiamo con un altro poker, quello dell’Algeria al Niger che incassa il 10° gol in due gare, tutti dagli algerini: la formazione biancoverde non fa scappare il Burkina Faso e resta in testa al girone grazie alla differenza reti nonostante i pari punti con gli avversari. L’Algeria vanta 19 marcautre all’attivo e solo 2 al passivo con un +17 che, per ora, sta facendo vincere la sfida contro i rivali per il 1° posto. Mahrez, Mandi, Bennacer e Bounedjah rendono il risultato rotondo, blindano la vetta e rendono sempre più combattivo il girone A: solo lo scontro diretto deciderà chi dovrà passare alla terza fase.