Il Motherwell è stato acquistato dai suoi tifosi. Per 1 pound.

È prassi comune della retorica calcistica asserire che le squadre appartengono ai tifosi e che senza di loro il gioco stesso non avrebbe senso di esistere. Una visione romantica di questo sport che, nel caso del Motherwell FC, società che prende parte al massimo campionato scozzese, è diventata realtà, anche sul piano economico e legale.

Come riportato oggi da tutti i mezzi di stampa, infatti, lo scorso 28 ottobre il 76% delle quote azionarie del club è passato nelle mani del Well Society Supporters Group, società creata a d’uopo dai sostenitori degli Steelmen. La compagine del North Lanarkshire è così diventata la prima in Scozia a essere a tutti gli effetti di proprietà dei propri tifosi.

Le sorprese, tuttavia non finiscono qui, vi è infatti una curiosità che rende ancora più succosa questa storico passaggio di proprietà, ovvero la somma che è stata necessaria per “strappare” la società dalle mani di Les Hutchinson, pensate ben 1 pound!

E rendere il tutto ancora più singolare, dovete sapere che Hutchison acquistò a sua volta il club per la medesima cifra dal precedente presidente John Boyle nel gennaio del 2015.

Hutchison è stato un ottimo presidente, almeno sul piano economico, per il Motherwell FC, durante la sua breve presidenza è infatti riuscito a estinguere un debito di circa 30.000 sterline e ne ha investite altre 650.000 per la squadra. Queste le sue ultime parole prima di lasciare la guida del club: “Sono orgoglioso di essere stato proprietario del Motherwell, l’ho fatto per il bene della squadra e di questa città, tuttavia avevo già preventivato di non poterla possedere per molto tempo. Il mio è stato un vero e proprio gesto d’amore, e saperla ora in mano ai tifosi non può che rendermi felice. Se posso dare un consiglio, dico di continuare nel solco da me tracciato, investendo sui nostri giovani, anche perché il club non dispone della liquidità per portare campioni affermati al Fir Park. Spero che i nuovi proprietari vengano supportati sul piano economico anche dagli imprenditori locali. Con il loro apporto la squadra (al momento penultima in Scottish Premiership) potrebbe fare un bel salto di qualità, consolidandosi nella massima serie”.

Impostazioni privacy