Contro la Spagna è arrivata la prima sconfitta dopo trentasette risultati utili consecutivi; un ciclo di tre anni che ha portato l’Italia sul tetto d’Europa al termine di un mese indimenticabile. Uno stop, prima o poi, doveva arrivare e forse è stato meglio in un torneo come la Nations League, sicuramente meno importante di europei o mondiali. Competizione in cui potersi permettere qualche esperimento (a maggior ragione nella finalina per il 3/4 posto contro il Belgio) in prospettiva Qatar 2022 dove gli azzurri vorranno essere protagonisti. Una delle novità di Mancini sarà sicuramente Pellegrini, assente all’ultimo europeo per infortunio. Il centrocampista giallorosso, contro la Spagna, ha siglato il gol della speranza disputando una buona partita nonostante la situazione di inferiorità numerica; giocatore che si rivelerà molto utile nel futuro degli azzurri.

Pellegrini, gol e duttilità al servizio di Mancini

La rete contro la Spagna era obiettivamente semplice ma va riconosciuto a Pellegrini il merito di aver accompagnato l’azione di Chiesa; il centrocampista, indipendentemente dal gol, ha disputato una buonissima partita. Sempre pronto a farsi dare palla, ha cercato (per quanto possibile) di accendere la manovra azzurra con un paio di verticalizzazioni, caratteristiche del suo gioco. Sul prato di San Siro ha giocato da mezzala proprio per sfruttare la sua capacità di mandare in porta i compagni; con Mancini, però, non è da escludere un suo impiego come esterno offensivo, ruolo che potrebbe ricoprire per avere più equilibrio contro determinate squadre. Giocatore duttile, tecnico e che sotto l’ala di Mourinho sta avendo una crescita esponenziale sotto tutti gli aspetti. Con la maglia della Roma è già a quota sette gol e due assist in dieci partite. Un momento magico per il capitano giallorosso subito protagonista in nazionale.

Attualmente è la seconda riserva del centrocampo azzurro; avere un quinto elemento del valore di Pellegrini può solo aumentare il livello di una nazionale campione d’Europa e che vuole ripartire dopo il passo falso contro la Spagna.