La settimana di calcio spagnolo avrà un calendario singolare, con il debutto della fase finale di Copa del Rey ma anche due partite di Liga. E no, non si tratta di recuperi di gare non disputate in passato, ma di anticipi di giornate che si giocheranno tra un mese. Ma perché?

La questione è semplice: le squadre che disputeranno queste due partite sono di fatto le quattro semifinaliste della Supercoppa di Spagna che si giocherà dal 13 al 17 gennaio e visto che il calendario non permette di rinviare una giornata intera, si è scelto di utilizzare questo slot per far giocare le quattro squadre tra di loro, visto che alla diciannovesima il calendario di proposito prevedeva la sfida incrociata, permettendo così alla Liga di giocarsi regolarmente senza perdere ulteriore terreno.

E se vi state ancora chiedendo perché le quattro squadre in questione ossia Real Madrid e Barcellona prima e seconda della Liga, più Athletic Bilbao e Real Sociedad finaliste di Copa del Rey, non siano nel programma settimanale la risposta è altrettanto semplice. In questo turno di Copa del Rey entrano tutte le squadre di Liga tranne le quattro semifinaliste della Supercoppa: quindi di fatto ci sarà l’Atlético Madrid già impegnato contro il Cardassar a Mallorca, ma non le due big basche, che entreranno dal prossimo turno assieme a Barça e Real.

Un sistema di incastri che però sembra funzionare molto bene e ha anche grande logica: d’altronde le squadre protagoniste di un grande cammino nella passata stagione vengono premiate disputando un turno in meno e con la possibilità di giocare la Supercoppa di Spagna senza altri intoppi di calendario. Una soluzione gradita e fattibile anche in una stagione particolare come questa, che non va a pregiudicare il nuovo format della Copa del Rey che tanto spettacolo ha portato lo scorso anno.