Un mese di dicembre così rende il campionato portoghese una delle grandi attrazioni di fine anno del programma di calcio europeo: dopo il Derby vinto dallo Sporting ai danni del Benfica, ci aspettano altri due big match da qui a fine anno. Si parte stasera con la sfida delle 21.30 tra Porto e Braga e si chiuderà il tutto il prossimo 30 dicembre con il Classico tra Porto e Benfica.

La super sfida del Do Dragão sarà in diretta completamente gratuita e senza necessità di registrazione sull’app di OneFootball: basterà cliccare sulla voce “Guarda” affianco alla partita dentro la sezione apposita o all’interno della tendina della giornata di campionato per poter seguire il match con telecronaca in italiano di Simone Gamberini.

Porto contro Braga, l’ultimo big match prima del Classico

La testa forse va direttamente al 30 dicembre, al classico contro il Benfica, ma in una lotta al titolo tesissima come quella di quest’anno, diventa fondamentale per il Porto non sbagliare neanche questa gara delicata con il Braga, la prima delle portoghesi alle spalle delle tre storiche big. Il Braga in settimana ha ottenuto la qualificazione agli spareggi di Europa League con il rimpianto di essere stato rimontato dalla Stella Rossa di Stankovic nel secondo tempo, ma ha la struttura per poter competere ad alti livelli, complice l’esplosione definitiva del talento di Galeno e l’affidabilità del capitano Ricardo Horta (9 gol in campionato fin qui).

Il Porto dalla sua però si presenta in un momento di forma eccezionale: i 3 gol contro l’Atlético Madrid sono l’unico inciampo di una fase di stagione piena di soddisfazioni in cui si è sfiorata una qualificazione clamorosa agli ottavi di Champions League. In campionato il Porto viene da 8 vittorie consecutive, guidato da una stagione stellare di Luis Díaz, già arrivato in doppia cifra in stagione.

Proprio il duello tra il colombiano e il citato Galeno, sarà la grande attrazione di questo big match: due dei principali uomini mercato di tutto il campionato si sfidano in una gara che può essere cruciale per le sorti della lotta al titolo. Insomma, prima di gustarsi il Classico, c’è tempo per vedere un altro appuntamento di grande rilievo.