Domani alle 17.30 si sfideranno le due ultime dominatrici della Premier League, Liverpool e Manchester City. I Reds, dopo la scorsa stagione (definibile di transizione), vogliono tornare ad essere protagonisti e a dominare sia in ambito nazionale sia in ambito europeo. I Citizens arrivano a questo appuntamento con la rabbia post sconfitta Champions dove i ragazzi di Guardiola hanno sostanzialmente giocato meglio del PSG senza però concretizzare l’enorme mole di gioco prodotta. Siamo solo alla settima giornata ma chi dovesse conquistare i tre punti manderebbe un messaggio decisamente forte al campionato. Ci aspettano novanta minuti ad altissima intensità.

Liverpool, attacco al potere

Il Liverpool vuole andare alla sosta per le nazionali in vetta alla classifica; per raggiungere questo obiettivo bisognerà conquistare i tre punti contro i campioni in carica. Sfida per nulla semplice ma i Reds hanno la voglia di dimostrare come il gap di diciassette punti della passata stagione sia stato un semplice incidente di percorso. Klopp può contare su una fase offensiva da ventisei gol totali tra tutte le competizioni e una difesa che, grazie al ritorno di van Dijk, sembra aver ritrovato la giusta solidità. Un mix perfetto per provare a fermare la corazzata Manchester City; vincere sarebbe l’ennesima dimostrazione di come questo Liverpool sia completamente diverso da quello dell’anno scorso.

Manchester City, ritrovare l’attacco

Parlare di problemi offensivi per una squadra con il potenziale del Manchester City è piuttosto paradossale; se andiamo a guardare le statistiche, però, vediamo come il campanello d’allarme sia reale. Nelle ultime tre partite di Premier League i Citizens hanno realizzato due gol e, in Champions, la squadra è uscita sconfitta sprecando di tutto. Il dato si fa ancora più preoccupante se restringiamo il campo alle sole trasferte dove i ragazzi di Guardiola sono andati a segno due volte tra tutte le competizioni. Serve ritrovare il feeling giusto con la porta o uscire da Anfield con un risultato positivo è praticamente impossibile.