Il calendario della Premier League, tra rinvii e partite da recuperare, sta diventando un vero e proprio calderone; tra questa sera e mercoledì prossimo si giocherà la diciottesima giornata con, nel weekend, la disputa della diciannovesima. Un vero e proprio ciclone di match per provare a livellare la classifica (operazione piuttosto complicata considerando la situazione coronavirus che ha portato al rinvio della sfida tra Aston Villa e Tottenham). La gara più interessante della prima parte del diciottesimo turno mette di fronte Wolverhampton ed Everton, due squadre che hanno superato il proprio turno in FA Cup. Novanta minuti interessanti per le ambizioni di entrambi i club.

Wolverhampton, rientrare in corsa

La vittoria manca dal quindici dicembre quando i ragazzi di Nuno Espirito Santo si imposero, in extremis, due a uno contro il Chelsea; da allora due pareggi e altrettante sconfitte. Rendimento che ha portato i Wolves a meno sette dalla zona Europa League; margine importante ma non impossibile da colmare in una stagione come questa. Per risalire la corrente, però, serve dare una sterzata e trovare una serie di risultati utili consecutivi; il primo ostacolo, l’Everton, è decisamente complicato ma può restituire morale ad una squadra che può essere protagonista fino alla fine. Vincere per rientrare in corsa e rendere la lotta europea ancora più interessante.

Everton, definire l’obiettivo 

La stagione dell’Everton deve ancora essere definita; i ragazzi di Ancelotti sono in piena corsa per un posto in Champions League ma, in alcuni momenti di Premier, hanno dato l’impressione di poter lottare per discorsi ben più importanti. Vincere in casa dei Wolves potrebbe regalare un’altra chance ai Toffees di rientrare nella corsa al titolo; la squadra non parte sicuramente come favorita rispetto a giganti del calibro di United, Liverpool e City. In un anno così particolare, però, non si può escludere nulla. Ecco perché questa gara rischia di essere fondamentale per alte ambizioni del club.