Bentornati al nostro tradizionale appuntamento con la presentazione del turno di Liga ormai alle porte dopo che per due settimane abbiamo assistito a svariate partite delle nazionali di tutto il mondo, il massimo campionato spagnolo riparte con il Real Madrid capolista e con ancora una partita da recuperare, la trasferta di Vigo, con il Barcellona staccato di 2 punti. Sono ancora vivissime le lotte per evitare il preliminare di Champions League, per la qualificazione alla prossima Europa League e per la salvezza, andiamo a scoprire insieme cosa ci aspetta nella ventinovesima giornata di Liga.

Si parte con il consueto anticipo del venerdì che vedrà contrapposte l’Espanyol e il Betis, la squadra di Barcellona vuole continuare a rincorrere il settimo posto staccato ad oggi 4 punti mentre i bianco verdi hanno raggiunto una posizione di classifica che permette loro di stare tranquilli con lo spettro retrocessione ormai definitivamente allontanato.

Il sabato inizia con il Villarreal che ospiterà l’Eibar in una sfida che vale l’Europa dato che il submarino amarillo si trova al quinto posto in classifica con 4 punti di vantaggio sull’Athletic Club settimo, l’Eibar invece non vince da 4 giornate ma proverà a tenere vivo il sogno di raggiungere i preliminari di Europa League in una stagione che già ora è ben al di sopra delle aspettative di inizio anno, sia come qualità del gioco che come posizione in classifica. Nel secondo match proprio l‘Athletic Club, settimo in classifica, proverà a difendere la posizione magari rosicchiando qualche punto a chi li precede in classifica, per farlo dovrà arrivare una vittoria sul campo dell’ormai destinata alla retrocessione Osasuna.

Il programma del sabato prosegue con la Real Sociedad che, essendo sesta ma con gli stessi punti del Villarreal quinto, non dovrà sbagliare la sfida interna contro un Leganes che nelle giornate prima della sosta aveva trovato un buon ruolino di marcia con una vittoria e due pareggi nelle ultime tre uscite. Nell’ultimo match in programma l’Atletico Madrid, che insegue il terzo posto del Siviglia, lontano ora solamente due punti grazie alla vittoria dei colchoneros proprio ai danni della banda di Sampaoli nell’ultima giornata, farà visita ad un Malaga che sta attraversando un periodo molto complicato, infatti, negli ultimi cinque turni sono arrivate quattro sconfitte e un pareggio.

La domenica di Liga si aprirà con il Siviglia che, abbandonato definitivamente il sogno di conquista del titolo, dovrà fare di tutto per difendere il terzo posto che vorrebbe dire evitare i preliminari di Champions League della prossima stagione, la squadra di capitan Iborra ospiterà uno Sporting Gijon che deve assolutamente portare a casa punti visti i 5 punti di distacco dal quartultimo posto occupato dal Leganes. Nel pomeriggio domenicale scenderà in campo la capolista Real Madrid che ospiterà l’Alaves al Santiago Bernabeu, per gli uomini di Zidane sarà fondamentale continuare a vincere per tenere a distanza di sicurezza il Barcellona.

La terza partita della domenica di Liga è un match che si prospetta uno dei più divertenti del weekend, da una parte il Valencia, che in casa riesce spesso a creare un buon numero di occasioni da gol, e dall’altra un Deportivo la Coruna che dopo la cura Pepe Mel ha trovato sia risultati importanti che un’identità di gioco, ad avvalorare queste cose parla chiaro il ruolino di marcia nelle ultime cinque partite, due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta per una squadra che prima dell’arrivo del nuovo allenatore stava lentamente precipitando verso la zona retrocessione. Nell’ultima partita della domenica scenderà in campo il Barcellona che, voglioso di continuare a mettere pressione al Real Madrid capolista con un Messi pieno di forti motivazioni dopo la squalifica con la sua Argentina, dovrà affrontare in trasferta un Granada che vede ormai lontane le speranze di salvezza.

Nel posticipo del lunedì scenderanno in campo due formazioni molto divertenti da guardare e piene di talento come il Celta Vigo e il Las Palmas, i primi, guidati da un Iago Aspas che sta vivendo una stagione pazzesca, vorranno dettare legge al Balaidos mentre i secondi sono reduci da due vittorie nelle ultime tre partite che hanno permesso a Boateng e compagni di accorciare le distanze in classifica proprio sul Celta, sono infatti tre i punti che ora dividono due squadre che non hanno più nessun obiettivo raggiungibile ma che vorranno dimostrare ancora una volta di saper giocare a pallone.