L’asse Premier-Eredivisie è sempre caldo durante le sessioni di mercato e l’Inghilterra ha chiesto nuovamente aiuto all’Olanda: infatti il Brighton riesce a strappare dal Psv l’attaccante Locadia per 17 milioni più bonus. La punta, che si era infortunata nel finale del girone d’andata, non ha avuto dubbi e ha dato immediatamente l’assenso per il trasferimento. Il ragazzo ritrova l’ex compagno di squadra Davy Propper che aveva abbandonato la rosa di Cocu in estate per una cifra pari a 13 milioni.

LOCADIA: GLI OTTIMI 6 MESI CON IL PSV E IL PRIMATO IN EREDIVISIE (a cura di Andrea Mariani)

Locadia, classe ’93, è un prodotto cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Psv che puntarono su di lui nel 2010 dopo averlo prelevato dal Willem. Esordisce dal 2012 in Eredivisie e dimostra subito una grande affinità verso il gol. Con il passare del tempo, Cocu gli concede sempre più spazio, avendo bisogno di un giocatore forte fisicamente, ma con una tecnica ottima per fraseggi stretti e dribbling. La sua dote più spiccata è quella del movimento senza palla sul secondo palo che riesce a mandare fuori causa la maggior parte delle difese, regalando tante alternative ai compagni di reparto. La miglior stagione è quella 2013-2014 con 13 reti in campionato in 31 presenze e con 3 centri in KNVB Beker e uno in Champions. Il ragazzo cresce esponenzialmente fino a diventare titolare inamovibile per il Psv. Nonostante De Jong prendesse sempre gli elogi per il suo grande cinismo sotto porta, Locadia non ha mai cercato la ribalta, lavorando sodo per la squadra e facendosi trovare pronto alle chiamate del suo tecnico. In questa stagione, il giovane, sta attraversando un momento di grande forma con 15 presenze e 9 gol realizzati in 18 partite di Eredivisie. Peccato per il suo infortunio che non gli ha permesso di disputate gli ultimi match del girone d’andata, mandandolo in anticipo in vacanza visto lo stop per la pausa invernale. Le ottime qualità (anche un poker all’Utrecht nel 7-1 del Psv in stagione) del ragazzo hanno attratto il Brighton che già in estate aveva pescato in casa Psv acquistando il centrocampista Davy Propper per 13 milioni di euro. Dopo una trattativa abbastanza veloce, l’olandese ha accettato la proposta degli inglesi e si è tutto concluso sulla base di 17 milioni + bonus per il club di Eindhoven. Locadia approfitta per raggiungere l’ex compagno, trasferitosi solo 6 mesi fa, e per tentare il salto di qualità in carriera. I Boren si erano già tutelati con l’acquisto del talento Romero, arrivato dal Velez per 10 milioni.

FISICO E QUALITÀ PER L’ATTACCO DEL BRIGHTON (a cura di Ada Cotugno)

Nonostante stia ancora smaltendo l’infortunio alla coscia trovato circa un mese fa, Jurgen Locadia potrebbe essere fin dalla prima apparizione l’asso nella manica di un Brighton che aveva assolutamente bisogno di forze fresche in avanti per concludere al meglio la seconda parte di un campionato giocato al di sopra di tutte le aspettative. Alla neopromossa però i centravanti non mancano: fra i tre già presenti in rosa, il 34enne Murray è il riferimento offensivo utilizzato più spesso dai seagulls, un attaccante di grande esperienza che ha girato l’Inghilterra in lungo e in largo, ma che in 22 gare è riuscito a mettere a segno soltanto 6 reti, troppo poco per risultare decisivo. Locadia dunque (che con i suoi 24 anni diventerà il centravanti più giovane della squadra) darà una ventata di freschezza e di talento a un Brighton che ha bisogno della scossa per assicurarsi matematicamente la salvezza in questa bella stagione. La giovane età, la forza fisica e i grandi numeri dell’olandese saranno la carta vincente per i ragazzi di Hughton che potrebbe avere a disposizione l’attaccante già a breve, in tempo per affrontare le sfide di inizio febbraio con le dirette avversarie.