Il Psv non vuole fermarsi e inanella la sesta vittoria consecutiva con un altro pesantissimo 4-2. L’attacco dei Boren si conferma il più attivo del campionato e a farne le spese è il Vitesse, proprio nello stadio di casa. Lozano e Locadia sono i grandi mattatori della giornata con due gol a testa e una classifica cannonieri che li vede consolidati in prima e seconda posizione. Grande risposta del giovane messicano, un po’ criticato ad inizio stagione per il suo apporto non eccezionale: De Jong ha trovato un ottimo sostituto che non lo sta facendo rimpiangere. Qualche problemino ancora in difesa con un paio di gol che non mancano mai all’appello, ma con un attacco così ci si può permettere una distrazione in più.

IL PSV CONSOLIDA IL PRIMATO: AJAX A 5 LUNGHEZZE E FEYENOORD A 10 DI DISTANZA

Cocu vola insieme al suo Psv e consolida il primato distanziando nuovamente l’Ajax, vittorioso contro il Willem, e il Feyenoord, fermato in casa del Roda. Grande prova di forza per i Boren che si impongono per 4-2 trascinati da Locadia e Lozano. Il tecnico olandese non cambia nulla rispetto alle scorse gare e mette in campo il solito 4-3-3 con Zoet protetto da Arias, Schwaab, Isimat-Mirin e Brenet. A centrocampo non mancano Van Ginkel, Hendrix e Pereiro per aiutare il tridente con Locadia, Lozano e De Jong. Risponde Fraser con una formazione a specchio con Pasveer tra i pali difeso da Buttner, Miazga, Kashia e Dabo. A centrocampo Foor, Bruns e Serero vengono schierati per essere il giusto collante con l’attacco formato da Matavz, Rashica e Linssen. Calcio d’inizio e gli ospiti si impadroniscono immediatamente sia della palla che del gioco. La spinta del club di Eindhoven è molto alta e dopo appena 20 minuti arriva il vantaggio: Brenet avanza palla al piede e serve tra le righe Lozano che, in diagonale, non lascia scampo al numero 1 giallonero. La realizzazione facilità il possesso dei Psv che entra in pieno controllo della gara. Sembra andare tutto secondo il copione quando al 45′ Locadia sigla uno sfortunato autogol: calcio d’angolo e deviazione goffa in area che mette fuori discussione l’intervento di Zoet. 1-1 proprio al duplice fischio e al rientro negli spogliatoi.

Nella ripresa, la punta olandese, impiega solo 4 minuti per farsi perdonare: Locadia recupera palla dai 25 metri e fa partire un bolide di destro che gonfia la rete regalando il 2-1. I biancorossi prendono terreno al Gelredome e non riescono ad essere arginati dagli avversari. Al 56′, è sempre Locadia a siglare il tris e la sua doppietta personale: Lozano allarga per il compagno di reparto che, da posizione defilata, si accentra e beffa Pasveer con un perfetto tiro a giro. Strapotere del Psv che chiude i conti 3 minuti dopo con Lozano: il messicano è lesto ad apropiarsi di un pallone in area e a depositarlo alle spalle del portiere del Vitesse. I gialloneri scompaiono dal campo, schiacciati dalla potenza degli ospiti che non lasciano scampo ad una difesa incerta e ballerina. Fraser prova a cambiare qualcosa ed inserisce Mount al posto di Serero. Il neoentrato impiega 60 secondi per andare in gol al 63‘: Dabo, con un cross lungo, scavalca un reparto arretrato distratto e permette a Mount di superare Zoet con un bel pallonetto al volo. Accorciano le distanze i padroni di casa, ma il 2-4 non da la giusta spinta per poter raggiungere il pari.

Cocu può essere ulteriormente soddisfatto, dopo la qualificazione agli ottavi di KNVB Beker rimediata in settimana. Altri 4 gol per un attacco inarrestabile: 33 centri in 10 partite per una media di 3.3 a match. Un andamento da leader con un primato meritato e consolidato. I 3 punti permettono di allungare sull’Ajax a 5 lunghezze di distanza e sul Feyenoord che si trova a 10. Peccato per il Vitesse con la testa già alla gara di Europa League di giovedì. La formazione giallonera sottolinea i problemi difensivi e in attacco: senza la finalizzazione di Matavz, le realizzazioni tardano ad arrivare.

Ecco tutti i gol della partita: