Rafael Moura complica i piani del Santos

Il pomeriggio di calcio brasiliano porta un’inaspettata novità: a Vila Blemiro il Santos inciampa contro la Figueirense trascinata da un rinato Rafael Moura. L’1-0 firmato dall’ex Fluminense e Internacional dal dischetto condanna il Peixe ad allontanarsi dalle primissime posizioni nella parte distagione che prepara il rush finale.

Momento delicato per il Santos che oggi salutava la sua stella Gabigol e di conseguenza avrà molto meno talento per tentare la rimonta a Palmeiras ed inseguitrici. Tutto complicato da un attaccante ritrovato che quando era giovane sembrava avere un brillantissimo futuro davanti a sé ma che invece ha saputo segnare gol solo in patria.

Rafael Moura però uomo gol lo è stato sempre e con tutte le maglie. Si è calato nella realtà della Figueirense con grande umiltà ora che ha raggiunto una certa esperienza. Si è caricato l’attacco della Figueira sulle spalle e si è preso anche responsabilità importantissime come quella di calciare il rigore di oggi.

Un’esecuzione impeccabile che regala tre punti ad una squadra che oscilla tra la zona salvezza e la zona retrocessione; quasi impronosticabile questo successo esterno a Vila Belmiro che avrà forti ripercussioni sulla classifica. La Figueirense mette il naso fuori dalle parti che scottano del tabellone mentre il Santos, al terzo KO in quattro gare, rischia di finire a -7 dalla vetta e a -4 dalla zona Copa Libertadores, un vero disastro in questa fase cruciale di un campionato così equilibrato.

Oggi è bastato un tiro dal dischetto di una figura controversa, un talento mai espresso del tutto che ha deciso di cambiare le sorti di questo Brasileirao. Rafael Moura è l’uomo copertina del pomeriggio e con i suoi gol punta a salvare la sua Figueirense e a colpire vittime illustri. Intanto Gabigol saluta la sua squadra nel momento di maggiore difficoltà e con lui sembrano andarsene anche le possibilità di riportare in alvinegro un titolo che comincia a mancare da troppo tempo.

Impostazioni privacy