La Copa Sudamericana ha già fatto la sua prima selezione e le squadre peruviane ne hanno fatto le spese: due squadre su quattro sono state eliminate, una deve ancora giocare ed è costrette alla rimonta mentre al secondo turno sicuramente ci sarà il Real Garcilaso.

In attesa del ritorno dello Sport Huancayo contro il Deportivo Anzoategui, in un doppio confronto estremamente equilibrato, il calcio peruviano si gode la sua squadra principale al secondo turno, ottima nel superare il primo ostacolo dopo la falsa partenza della gara d’andata.

Il Real Garcilaso era ai nastri di partenza la squadra peruviana più credibile e continua ad esserlo: il sorteggio aveva accoppiato la squadra di Cuzco con gli ecuadoriani dell’Aucas, avversario tutt’altro che imbattibile ma comunque ostico in una coppa che prevede solo gare ad eliminazione diretta. Dopo il KO per 2-1 incassato nella gara d’andata le cose sembravano complicarsi seriamente e il calcio peruviano rischiava di rimanere senza squadre appena dopo il primo turno.

Un gran gol di Valverde in una partita decisamente complicata però ha evitato il peggio: il Garcilaso ha dimostrato di essere squadra, di avere un complesso di gioco capace di competere a certi livelli e in grado di reggere botta in una coppa così spietata come la Sudamericana.

Il 4-4-2 più ambizioso schierato in campo in quest’ultima giornata ha dato i suoi frutti soprattutto grazie agli inserimenti die centrocampisti, con cui è arrivato il gol, e al movimento ad allargare la difesa della coppia d’attacco.

Nel prossimo turno arriverà un avversario complicato, una tra Palestino e Libertad che potrebbe rappresentare un grande banco di prova per il Real Garcilaso e per tutto il calcio peruviano che si aggrappa alla sua squadra per guadagnare credibilità in campo internazionale.

In Paraguay il Libertad dovrà ribaltare l’1-0 incassato in Cile e solo questa notte conosceremo la prossima avversaria dell’ultima speranza del calcio peruviano.