Torna la Champions League con l’andata dei quarti di finale. A Valdebebas si affrontano Real Madrid e Liverpool in una sorta di rivincita dopo la finale del 2018 vinta dalle Merengues. I ragazzi di Zidane arrivano a questo appuntamento dopo aver riaperto la Liga; i Reds, nonostante una stagione a dir poco travagliata, hanno la possibilità di essere grandi protagonisti in Europa. Sarà la sfida tra due grandi attaccanti, Benzema e Salah. Il francese è il secondo centravanti più forte al mondo mentre l’ex Roma è stata l’unica certezza del Liverpool in un anno decisamente complicato

Benzema

Per capire l’importanza di Karim Benzema all’interno del Real Madrid basta vedere i numeri: sette gol nelle ultime cinque partite tra Liga e Champions League. Giocatore capace di abbinare la qualità del numero dieci al killer instinct del numero nove. Ma non sono solo i gol a rendere il francese imprescindibile negli schemi di Zidane; con lui in campo la squadra gioca meglio. Il classe 1987, oltre ad essere un porto sicuro nei momenti di difficoltà, favorisce l’inserimento sia dei propri compagni di reparto (Vinícius sfrutta a meraviglia gli spazi lasciati da Benzema) sia dei centrocampisti con Casemiro pericolo numero uno. Attaccante completo pronto trascinare la propria squadra contro una difesa che, in questa stagione, ha avuto molti problemi.

Salah

La costante del Liverpool, in una stagione complicata, è stata Mohamed Salah; ventitré gol e quattro assist per l’attaccante egiziano tra campionato e Champions. Se i Reds hanno ancora la possibilità di giocarsi l’Europa e il quarto posto in Premier gran parte del merito va al numero undici. Giocatore cresciuto tantissimo da quando è ad Anfield; grazie a Klopp, infatti, ha aumentato notevolmente il suo apporto realizzativo. Questa sera dovrà far male ad una difesa priva di Sergio Ramos (nel 2018, in finale, il difensore mise k.o. l’attaccante) per indirizzare la gara e continuare a trascinare il Liverpool.