Ruben Loftus-Cheek, il piccolo gioiello del Chelsea

Nella giornata del debutto con goal di Pato con la sua nuova maglia, un altro goal prezioso che sblocca la partita porta sotto ai riflettori un ragazzo di appena 20 anni ma dal talento cristallino: Ruben Loftus-Cheek ha ormai conquistato il Chelsea.

Il suo viaggio nel club di Londra comincia nel 2004, quando il giocatore di origini giamaicane, ad appena 8 anni, entra a far parte dell’academy dei Blues. Il suo talento non resta per molto nascosto: dopo aver trascinato il suo Chelsea alla vittoria della FA Youth Cup, Mourinho decide di portarlo con se in prima squadra e di farlo esordire nel dicembre del 2014 in un palcoscenico importante come la Champions League. Loftus-Cheek però non conquista pienamente la fiducia del tecnico portoghese, che gli concede davvero poco spazio per mettere in mostra tutto il suo repertorio.

Con l’arrivo di Hiddink sulla panchina del Chelsea la musica cambia radicalmente: il giovanissimo centrocampista, ormai naturalizzato inglese, trova molto più spazio ed anche la via del goal in FA Cup contro il modesto Scunthorpe. A portarlo alla ribalta però è sicuramente il primo goal in Premier League messo a segno oggi alla mezz’ora di gioco contro l’Aston Villa, ultima forza del campionato inglese.

Il preciso piattone destro mandato in rete è la ciliegina sulla torta per la bella stagione di Loftus-Cheek, passato da essere pedina di scambio nella trattativa Salah-Fiorentina a uno dei futuri talenti su cui rifondare un Chelsea reduce da una stagione disastrosa.

Fisico e potente (altro ben 191 centimetri per 83 chili), Ruben Loftus-Cheek è un centrocampista completo nonostante la sua giovane età, capace di giocare sia come mediano, che come centrocampista e, occasionalmente, anche come mezz’ala. La sua grande visione di gioco e la capacità di impostare la manovra compensano la sua lentezza e la sua poca freddezza sotto porta, doti che, con il tempo e l’esperienza, potrà sicuramente migliorare.

Il Chelsea ha già blindato il suo gioiellino, prolungando il suo contratto fino al giugero 2017, ma un giovane così promettente non potrà restare sconosciuto alle big di tutta Europa a lungo. In Premier League è nata un’altra stella: Loftus-Cheek è pronto a mostrare a tutti il suo vero talento.

Impostazioni privacy