Antonio Rudiger è pronto a tornare. Il calciatore tedesco è stamani andato in gol con la Primavera della Roma, con cui è tornato in campo dopo quattro mesi e più di lontananza dal calcio agonistico in virtù della lesione al crociato del ginocchio destro.

Aldilà dei benefici di cui potrà usufruire Spalletti, a sorridere è anche Joachim Loew. Il ct della Nazionale tedesca ha sempre avuto grande attenzione nei confronti del difensore giallorosso.
In un paio di amichevoli aveva anche avuto modo, il selezionatore della Nationalmanschaft, di provare una difesa a 3, che avrebbe potuto garantire al difensore ex Stoccarda maggiori chance di avere spazio, visto che nelle amichevoli della seconda parte della scorsa stagione sembrava essere un elemento su cui si stava insistendo moltissimo (5 gare da 90’ su 5 di fila).
La concorrenza non manca, specie se parliamo di due grandi difensori come Hummels e Jerome Boateng, che era infortunato in quel periodo.
A Rudiger spetta ora il compito di provare a tornare quello delle settimane precedenti l’infortunio e di crescere sempre di più, visto che ha solamente 23 anni. Le sue ventitré primavere e le 24 di Mustafi sono le speranze, al momento, del futuro della difesa della Germania