Il calciomercato estivo in Bundesliga si è chiuso con un vero e proprio botto; Marcel Sabitzer lascia il Lipsia e si trasferisce al Bayern Monaco dove ritrova Upamecano e Nagelsmann, compagno di squadra e allenatore ai Roten. Un trasferimento che ha fatto discutere sia per le tempistiche, quando ormai sembrava impossibile una sua partenza, sia per i quindici milioni di euro con cui il giocatore è passato all’Allianz Arena. Continua dunque l’opera di indebolimento di bavaresi nei confronti di quella che, sulla carta, sarebbe dovuta essere la principale contendente per la vittoria del Meisterschale. Per il Lipsia, nonostante l’arrivo di Moriba, si tratta di una perdita importante ma che conferma l’impossibilità di tenere i giocatori di maggior talento; il Bayern, invece, trova l’elemento perfetto per centrocampo e trequarti.

Sabitzer, “alternativa” di lusso

Dopo le difficoltà iniziali (nessuna vittoria nelle amichevoli e il pareggio all’esordio), Nagelsmann sembra aver trovato la strada giusta per guidare un club importante come il Bayern Monaco. Nel 4-2-3-1 scelto dal tecnico Sabitzer rappresenta “un’alternativa” di lusso in mezzo al campo e sulla trequarti. Il giocatore austriaco nasce come centrocampista è può far rifiatare sia Kimmich sia Goretzka; l’ex Lipsia, infatti, è un calciatore completo abile in fase di costruzione di gioco ma anche nel recupero palla grazie ad una notevole forza fisica. Tra le sue caratteristiche principali troviamo l’inserimento alle spalle del difensore, motivo per cui Nagelsmann lo potrebbe utilizzare anche come attaccante di destra. Sabitzer, rispetto agli altri esterni offensivi presenti in rosa, garantisce apporto in fase difensiva; aspetto determinante, immaginiamo, quando ci saranno sfide da dentro/fuori a livello europeo.

Come ultima possibilità abbiamo quella del falso nueve; il Bayern Monaco ha Lewandowski (titolare inamovibile) e Choupo-Moting ma Sabitzer offre la possibilità di sfruttare un quartetto offensivo senza punti di riferimento. Centrocampista, attaccante esterno di destro, punta centrale; l’ex Lipsia permette ai bavaresi di avere un’altra soluzione di assoluta qualità all’interno di una rosa che punta a vincere tutto, in patria e in Europa.