Sembra ormai giunta al termine la storia d’amore fra Salah e la sua Roma, complice una spietata corte del Liverpool: dall’Inghilterra infatti arrivano voci insistenti di un’offerta di circa 35 milioni di euro più bonus, cifra che potrebbe presto convincere i giallorossi a sedersi al tavolo delle trattative con la dirigenza dei Reds. Non è di certo una sorpresa che una delle big della Premier League voglia riportare in Oltremanica un talento così cristallino: andiamo a scoprire come Salah è cresciuto all’ombra del Colosseo e di come potrebbe cambiare in meglio il volto del Liverpool.

Salah, la maturazione nella capitale

I numeri di Salah con la maglia della Roma sono estremamente positivi, mentre quelli con la maglia del Chelsea raccontano di un giocatore incapace di esprimere le sue qualità, tra cui una velocità disarmante. L’esperienza inglese dell’attaccante egiziano è stata negativa: Salah sembrava un pesce fuor d’acqua e faticava (e non poco) a trovare il ritmo giusto all’interno del match. Era diventato un giocatore prevedibile e la fisicità del campionato inglese lo avevano reso nullo. Il passaggio in Italia, prima alla Fiorentina ma soprattutto alla Roma, ha rappresentato la maturità calcistica del giocatore che ha saputo dimostrare di essere migliorato sotto tutti i punti di vista, specialmente a livello fisico (riesce a tenere maggiormente i contrasti). Le due stagioni in giallorosso hanno trasformato Salah in un attaccante intelligente tatticamente, abile nell’attaccare lo spazio e estremamente pericoloso per le difese avversarie. Dopo aver fatto l’erasmus a Roma, Salah sembra pronto per tornare a casa.

Saverio Fattori

Il pezzo mancante per il Liverpool

L’acquisto di Salah potrebbe rivelarsi la vera chiave di volta della prossima stagione del Liverpool che, con l’arrivo di una punta di peso da 20 gol stagionali e di un portiere affidabile, potrebbe competere seriamente per il titolo e non sfigurare in Europa. Ala destra naturale, quello dell’egiziano è un ruolo che attualmente manca ai Reds, che possono contare tanti giocatori sulla fascia sinistra spesso costretti ad adattarsi. Il suo acquisto però potrebbe costringere la squadra di Klopp a molti cambiamenti, soprattutto in chiave mercato: Salah non è certo un giocatore da lasciare in panchina ed il suo inserimento potrebbe costare il sacrificio di qualche gioiello del Liverpool come ad esempio Coutinho, ammaliato dalle sirene provenienti da Barcellona. Queste ovviamente sono soltanto ipotesi, l’unica cosa certa è che la sua crescita gli permetterebbe di giocare al meglio in un campionato che già conosce, portando nuova linfa e forze fresche ad un Liverpool che ha bisogno di un profilo proprio come il suo per poter finalmente esplodere.

Ada Cotugno