Questione di ore e il quotidiano sportivo uruguaiano El País eleggerà il nuovo Rey de America, il pallone d’oro sudamericano.

Tre talenti, così come per il Ballon d’or, rimasti in lizza per la selezione finale. Il grande favorito è Carlos Sanchez: uruguaiano di nascita e temperamento, grandi qualità palla al piede e una personalità da vendere. Il River Plate ha interrotto un digiuno di 19 anni in Copa Libertadores, fardello piuttosto grave per uno dei giganti del continente: Carlos Sanchez è stato il grande protagonista di questa squadra sia per il suo lavoro in campo fatto di inserimenti, palloni recuperati e gol decisivi (vedi il rigore che ha di fatto eliminato il Boca Juniors e la rete nella magica serata del Mineirao contro il Cruzeiro), sia per il suo impatto morale sulla squadra. Anche nell’ultima Copa Sudamericana el Pato ha trascinato i Millionarios che però hanno interrotto il proprio cammino nella semifinale tutta argentina contro l’Huracan. Il suo calo di concentrazione post firma con il Monterrey ha inciso e tanto sulle sorti del finale di stagione della Banda che persa la propria guida non hanno saputo dare continuità ai grandi successi dell’ultimo anno.

Il secondo candidato Rey de America è Miller Bolaños, attaccante classe 1990 dell’Emelec destinato ad avere un futuro in Europa. Tantissimi gol con la maglia degli Electricos (EM. EL. EC. Sta per Empresa Electronica Ecuatoriana), ancor più decisivi quelli segnati con la maglia della nazionale dell’Ecuador. L’Emelec ha vinto il campionato e ben figurato nelle manifestazioni internazionali, la nazionale Tricolor invece è la grande sorpresa del girone sudamericano di qualificazione ai Mondiali 2018 e lui è la star della squadra.

Il terzo candidato al Rey del Futbol de America 2015 non poteva non essere Carlos Tevez. Devastante il suo impatto con il calcio argentino, impressionante il cambio di marcia del Boca Juniors dopo il suo ritorno. Le sue gesta hanno contribuito a far vincere agli xeneizes il campionato che mancava addirittura dal 2011 e la Copa Argentina di cui il Boca detiene il record assoluto di successi. Forse non basteranno 4 mesi di grande calcio a fargli vincere il pallone d’oro sudamericano, riconoscimento vinto già tre volte di cui detiene il record, ma sicuramente il suo profilo è destinato a rimanere in cima ai giocatori più decisivi del continente.

Ancora poche ore per conoscere il prossimo pallone d’oro sudamericano, trofeo che negli ultimi anni ha messo in luce talenti come Riquelme, D’Alessandro, Mati Fernandez e Neymar oltre che lo stesso Tevez.