Dopo la Juventus con Ihattaren e l’Atalanta con Koopmeiners ecco che anche il Sassuolo va a cercare il suo rinforzo a centrocampo in Olanda: il giocatore scelto dai neroverdi è Harroui in forza allo Sparta Rotterdam. Tutto si è concluso negli ultimi giorni di mercato dopo la cessione di Locatelli alla Juventus. Dionisi avrà tra le mani un buon prospetto da porter far crescere e che sembra già adatto al gioco offensivo degli emiliani.

HARROUI: IL SASSUOLO REGALA UN REGISTA A DIONISI

Abdou Harroui, classe ’98, nasce a Leida dove iniziò a giocare a calcio nelle giovanili dell’UVS Leiden per poi passare all’Alphense Boys prima di approdare nel settore dello Sparta Rotterdam. Con la formazione biancorossa percorrerà tutta la trafila delle formazioni minori fino a giungere in prima squadra per esordire all’età di 20 anni dopo aver disputato due stagioni con lo Jong Sparta Rotterdam. Purtroppo, per la prima squadra, la stagione 2017-2018 non fu molto fortunata e coincise con la retrocessione in Eerste Divisie.

Con il club in Serie B olandese, la società decise di puntare sui ragazzi del vivavio e Harroui si guadagnò una maglia da titolare che da quel momento in poi non tolse mai più. Il suo ruolo è quello di centrocampista, veloce e abile nei dribbling: la sua posizione ideale è quella di regista con un’ottima visione di gioco. È bravo anche nella fase d’interdizione anche se spesso riesce a bloccare l’azione avversaria con un fallo. Nel suo esordio da titolare mise in bacheca 34 presenze e ben 4 gol all’attivo che portarono lo Sparta Rotterdam a giocarsi i playoff promozione: tutto si concluse nel migliore dei modi con il centrocampista che centrò la promozione nella massima divisione inglese.

In Eredivisie il suo apporto continuò a crescere fino all’ultima stagione con 33 presenze e 6 realizzazioni, il suo record personale. Le sue prestazioni gli permisero di farsi notare presto con diversi club che tentarono di strapparlo alla squadra che lo aveva fatto crescere come professionista. Alla fine, a scamparla, è stato proprio il Sassuolo, ormai orfano di Locatelli che si era accasato alla Juventus. Dionisi ha avuto un regalo dal mercato che gli ha consegnato un regista del quale aveva estremamente bisogno: 4-2-3-1 o in un più coperto 4-3-3,  Harroui può andare ad occupare una delle posizioni davanti alla difesa al posto di Lopez o di Frattesi dando un maggiore qualità alla manovra senza però perdere intensità sul lato dell’interdizione. Un valore aggiunto che è perfetto per andare a sostituire uno dei centrocampisti più in crescita delle ultime stagioni: Harroui avrà l’arduo compito di far dimenticare Locatelli, ma le sue doti parlano per lui. L’acquisto è azzeccato, soprattutto perchè in prestito, ma adesso arriva la parte più ardua: quella di predere dimestichezza con un campionato tattico come quello italiano.