Siviglia da impazzire, N’Zonzi decide il big match contro l’Atletico Madrid

Il Siviglia, grazie al successo per  1-0 sull’Atletico Madrid, diventa la capolista solitaria della Liga aspettando la sfida di stasera tra Real Madrid e Athletic Bilbao che potrebbe regalare, in caso di vittoria, agli uomini di Zidane il primato in classifica superando sia la banda Simeone e proprio la squadra di Sampaoli.

Quella vista al Sanchez Pizjuan di Siviglia è stata una partita combattuta e mai pendente in maniera netta né dalla parte di una né da quella dell’altra squadra complice anche la tanta acqua scesa sul terreno di gioco che ha reso lo scontro al vertice, nonché vero big match della nona giornata nel massimo campionato spagnolo, un match sempre aperto a qualsiasi finale.

Il Siviglia di Sampaoli, grazie alla grande qualità dei propri giocatori offensivi, può vantare un calcio molto rapido e divertente dato da giocatori come Vasquez, Nasri, Vietto e Vitolo che rendono la fase offensiva della squadra andalusa un continuo insieme di giocate nello stretto unite ad aperture improvvise sugli esterni che alla lunga logorano le difese avversarie.

In una partita comunque complicata contro una squadra sempre difficilissima da affrontare come l’Atletico Madrid il Siviglia ha avuto pazienza fino ad arrivare a trovare il varco giusto con N’Zonzi che prima si libera della propria marcatura a centrocampo andando poi a servire Vietto e chiedendogli il pallone di ritorno, pallone che arriva in un corridoio perfetto per puntare la porta e qui fa tutto il giocatore francese che si invola verso la porta di Oblak che batte con un precisissimo destro rasoterra sul secondo palo.

Vi proponiamo il gol vittoria di N’Zonzi segnato al minuto numero 73:

Da applausi l’inizio di stagione del Siviglia che spesso in patria è etichettata come troppo offensiva ma se a questo punto una squadra cosi bella da vedere offensivamente riesce anche a vincere una sfida contro l’imbattuta, fino a prima di questa sfida, Atletico Madrid vuol dire che il percorso intrapreso dal tecnico Sampaoli è quello giusto e se riesce a limare qualche problemino difensivo può seriamente lottare con le tre big per la vittoria del titolo spagnolo.

L’Atletico Madrid, suo malgrado, dopo questa sconfitta oltre che dal Siviglia e dal Barcellona, che ha portato a casa i 3 punti ieri nella vittoria 3-2 contro il Valencia al Mestalla, potrebbe essere scavalcato in classifica anche dagli eterni rivali del Real Madrid ma d’altronde un passo falso in casa di una squadra cosi in forma ci può anche stare calcolando che l’assalto finale è stato parzialmente indebolito dall’espulsione di Koke 4 minuti dopo il gol di N’Zonzi.

 

Impostazioni privacy