La seconda giornata di Bundesliga si è aperta con la sfida tra Lipsia e Stoccarda. I Roten dovevano rialzare la testa dopo la brutta sconfitta contro il Mainz mentre i ragazzi di Matarazzo volevano confermare quanto di buono fatto vedere all’esordio. Una partita completamente diversa dalle aspettative con i padroni di casa in totale controllo dal primo all’ultimo minuto; dominio arrivato anche grazie alla splendida prestazione di Szoboszlai, autore di una doppietta. Il talento ungherese, dopo i problemi all’adduttore che lo hanno fatto stare fermo tutto l’anno scorso, vuole recuperare il tempo perduto e trascinare il Lipsia il più in alto possibile.

Szoboszlai, talento recuperato

I venticinque minuti (qualcosa in più contando il recupero) giocati contro il Mainz sono stati al preludio a quella che è stata, senza ombra di dubbio, la sua serata. Una doppietta, splendido il primo gol, per urlare di essere finalmente pronto. Szoboszlai ha fatto irruzione nel mondo Lipsia e lo ha fatto a modo suo, con qualità e una serie di giocate che fanno ben sperare per il futuro. L’ungherese può ricoprire tutte i ruoli della trequarti anche se ama partire dalla sinistra per poter convergere sul suo piede preferito, il destro. Della sua straordinaria qualità può beneficiarne soprattutto la punta di riferimento; l’asse Szoboszlai-André Silva, infatti, è potenzialmente da doppia cifra. In una stagione di ripartenza (il Lipsia ha cambiato allenatore, coppia centrale difensiva e preso una punta molto diversa da quelle presenti lo scorso anno), la certezza può essere Szoboszlai. L’ungherese si può tranquillamente considerare come l’acquisto più importante nell’estate del Roten; contro lo Stoccarda ha dimostrato le sue qualità, ora non vuole più fermarsi a partire dalla trasferta con il Wolfsburg.

Quali sono dunque le ambizioni del Lipsia? Difficile ipotizzare il successo in campionato ma il nuovo ciclo targato Marsch può regalare grandi soddisfazioni.