Tijuana: il risveglio casalingo

L’Apertura dei Xolos de Tijuana comincia nel migliore dei modi con un successo casalingo che mancava addirittura dal 20 novembre scorso nella partita contro l’Atlas che chiudeva l’Apertura 2015. Il Piojo Herrera riesce finalmente nel suo intento: riportare entusiasmo in Bassa California con una squadra in grado di giocare un calcio divertente e vincente per dimenticare il pessimo Clausura passato.

Nello scorso semestre infatti erano arrivate solo 3 vittorie, tutte in trasferta e il piazzamento in classifica generale ben al di sotto dell’ottavo posto play off aveva lasciato molto amaro in bocca nel tifo rojinegro.

L’esordio al Caliente di questa notte però è stato impeccabile e finalmente si sono viste le qualità di una squadra che può contare su singoli di grande spessore e su un gioco verticale molto interessante. Trazione anteriore per il Tijuana che è stato letteralmente sospinto da un grandissimo attacco: la scena se l’è preso come al solito Dayro Moreno, schierato come esterno di destra e letale quando c’è da ripartire e finalizzare. A favorire i suoi inserimenti il preziosissimo lavoro di un veterano dell’area di rigore come Milton Caraglio che dopo una stagione discreta con i Dorados de Sinaloa ha scelto di vestire la maglia dei Xolos per provare a riconquistare fama internazionale. Infine c’è da sottolineare l’apporto del Demonio Gabriel Hauche(ex tra le tante anche del Chievo) subentrato all’infortunato Hurtado e fondamentale per equilibrare il 4-3-3 del Piojo Herrera.

Il grande risultato del Tijuana contro un avversario abbastanza importante come il Monarcas de Morelia è stato oscurato dalle tantissime polemiche arbitrali causate soprattutto per l’azione del calcio di rigore che ha sbloccato la partita. Il fallo di mano di Erpen è assolutamente inesistente visto che tocca con il petto una conclusione scagliatagli contro da pochissimi centimetri.

L’arbitro Angel Monroy Bello è stato pesantemente criticato da tifosi e stampa che non erano concordi nell’assegnare una partita di apertura di un campionato ad un esordiente assoluto.

Aldilà delle critiche al fischietto di Cuautla i Xolos de Tijuana hanno dimostrato superiorità e padronanza del campo, tutto ciò che è mancato nel semestre passato nelle partite in casa. Trovare una buona continuità al Caliente potrebbe essere il valore in più per poter mirare ad entrare nel G8 del campionato e vivere una stagione con qualche soddisfazione.

Impostazioni privacy