Ha vinto il migliore, ha vinto l’Ucraina, in una delle gare più belle forse di questi Europei. Ottavi di finale dalle grandi emozioni: cardiopalma già con Italia – Austria per continuare con le rimonte di Spagna e Svizzera fino ad arrivare a questo, uno Svezia – Ucraina segnato dall’imprevedibilità..

A Roma ci va l’Ucraina, sicuramente la meno attesa tra tutte le squadre presenti in questa fase finale. Gli uomini guidati da Schevchenko sono arrivati agli ottavi come ultima migliore terza, grazie soprattutto alla Svezia che ha eliminato la Polonia. Il calcio però è strano, e proprio la Svezia ha pagato nel finale, forse per le poche energie e la poca lucidità dopo 90 minuti di alta intensità. La Svezia infatti è riuscita a indirizzare il proprio gioco sui lati del campo, punto forte di questa rappresentativa, e proprio lì ha spiccato Emil Forsberg. Il talento svedese si è acceso, mettendo a segno un gol e andando vicinissimo alla doppietta più volte trovando solo traversa e palo a sbarrargli la strada.

L’Ucraina però ha dato prova di grande qualità in mezzo al campo, il primo gol ne è un esempio. Lo schieramento di Schevchenko ha dato ordine e stabilità alla squadra, concedendo poco. Il man of the match indubbiamente è Zinchenko, giocatore tanto criticato nelle scorse partite ma che, trovandosi nella sua posizione, è riuscito a riscattarsia. Alto in fase di possesso il terzino del Manchester City ha messo a segno un bel gol, più l’assist decisivo per il matchpoint. Nel nome dell’imprevedibilità, ci ha messo la firma Dovbyk, ragazzo del Dnipro convocato all’ultimo istante da Schevchenko che non ha fatto rimpiangere la scelta di metterlo in campo nei minuti finali. Il meno atteso che entra e segna il gol vittoria rende questa qualificazione  ancora più magica, anche perché sicuramente, nessuno avrebbe puntato un singolo euro su questo risultato.

Con un po’ di fortuna, che non fa mai male, l’Ucraina è uscita vincente da una gara complicata. Ora l’avversario di questa rappresentativa sarà l’Inghilterra, galvanizzata dalla vittoria nel big match contro la Germania. Schevchenko sa che non sarà una sfida facile, ma l’arma principale dovrà essere ciò che, a detta sua, li ha portati così avanti: “abbiamo giocato con grande cuore, anche questo ci da energie in più” ha detto nel post partita. In effetti il cammino sportivo dell’Ucraina fino a qui è stato davvero un’impresa inaspettata. E quest’impresa sportiva, i quarti di finale, sono sicuramente un traguardo importante per la popolazione di un Paese, negli ultimi tempi dilaniato da guerre e conflitti civili.