Se vi chiedessero un colore da associare alla vittoria del Valencia in trasferta ai danni dello Sporting Gijon per 2-1 non potrebbe che venirvi in mente il viola: viola come il colore sociale della Fiorentina, ex squadra di Mario Suarez, autore di una doppietta, e di Cesare Prandelli che quest’oggi si è seduto per la prima volta sulla panchina dei murciélagos portando subito i tre punti alla sua nuova squadra che aveva sicuramente bisogno di una ventata d’aria fredda.

Rispetto alle scorse partite possiamo notare come Prandelli non abbia cambiato moltissimo nell’undici di partenza schierando un centrocampo a tre con Enzo Perez spalleggiato da Parejo e Mario Suarez e un tridente offensivo composto da Rodrigo punta centrale, Santi Mina esterno a sinistra e Joao Cancelo esterno di destra.

Dopo soli 7 minuti è il centrocampista spagnolo classe 1987 Mario Suarez a trovare la via della rete sfruttando un cross di Rodrigo da destra, lasciato passare con un velo in maniera intelligentissima da Parejo, e calciando la palla all’altezza del dischetto del rigore spiazzando il portiere avversario.

Sembra che qualcosa sia già cambiato ma le solite lacune difensive fanno subire l’ennesimo gol ad un incolpevole Diego Alves che si vede scagliare in rete un pallone di testa da pochi passi da parte di Carlos Castro che anticipa Garay, goffo nel cercare di rimediare alla perdita della marcatura lanciandosi coi piedi per prendere un pallone alto.

Il gol del 2-1 ancora di Mario Suarez è dato da un’errore clamoroso di un difensore in maglia biancorossa che nel tentativo di ripulire l’area di testa serve al centrocampista del Valencia un pallone che desidera solo di essere spedito in rete, desiderio realizzato e 2-1 Valencia.

Qui sotto vi proponiamo il video del gol del 2-1.

Non poteva iniziare meglio l’avventura di Prandelli al Valencia che ora sale a quota 9 punti agganciando il Malaga e superando proprio l’avversario odierno rimasto fermo a 7 punti.

Per quanto riguarda Mario Suarez, l’ex Fiorentina arriva a quota 3 gol: il primo stagionale l’aveva segnato nella vittoria contro il Leganes sempre in trasferta e sempre vincendo per 2-1, candidandosi ad essere un punto fermo del centrocampo valenciano che già settimana prossima è atteso ad una sfida difficilissima al Mestalla contro il Barcellona del tridente delle meraviglie; sarà un primo test importante per la nuova squadra di mister Prandelli.