Tra i 10 incontri dei play off di Champions League, la sfida più interessante oltre Porto-Roma è quella tra il Villarreal ed il Monaco. Un match che sulla carta sembra equilibratissimo, visto che le due squadre sono a pari livello ed è possibile qualsiasi risultato. Il Monaco è reduce dal pari contro il Guingamp nella prima giornata di Ligue 1, gli spagnoli invece hanno perso le ultime tre amichevoli.

Il Villarreal sta vivendo un periodo particolare, visto che qualche giorno fa ha salutato il tecnico Marcelino dopo un alterco con Musacchio. Adesso sulla panchina del submarino amarillo siede Fran Escribà, questa sera alla prima ufficiale sulla panchina dei spagnoli. Un lavoro difficilissimo per l’ex tecnico del Getafe, visto che in poco tempo ha dovuto guadagnare la fiducia della squadra e, al tempo stesso, trasformare in pratica le sue idee di gioco.

Certamente questa sera, nella sfida d’andata al Madrigal, non si vedrà il vero Villarreal di Escribà: il tempo è stato poco, e tra l’altro il submarino amarillo deve far fronte a diverse assenze. Il reparto maggiormente in emergenza è l’attacco, visto che non saranno a disposizione Bakambu, goleador della scorsa stagione, Soldado, Cheryshev e dos Santos. Sarà già il momento di Alexandre Pato, un attaccante che cerca il riscatto così come il collega monegasco Radamel Falcao.

Per Escribà sarà l’esordio da tecnico in Europa e potrà contare sul fortino Madrigal: il Villarreal ha perso soltanto tre degli ultimi 15 incontri disputati. In Europa, addirittura, il submarino amarillo non perde dal 12 marzo 2015, Villarreal-Siviglia 1-3 ottavi di finale dell’Europa League 2014-15. Il pubblico sarà un elemento fondamentale viste le assenze in campo.Alla vigilia della sfida, Escribà ha parlato così in conferenza stampa: “È vero che abbiamo tanti infortunati, ma questo non deve illuderci. Abbiamo una squadra buona e affronteremo una squadra del nostro livello. Penso che la sfida rimarrà aperta anche in vista del ritorno. Tutti noi vogliamo ottenere il miglior risultato possibile già all’andata, ma dobbiamo tenere a mente che c sarà anche una gara di ritorno. Non dovremo commettere errori”. I supporters del submarino amarillo sognano un ritorno nella fase a gironi che manca dalla stagione 2011-12.