Tutto semplice, come da pronostico, per il Vitesse che, al Gelredome, regola facilmente il modesto Mura, fanalino di coda del gruppo G. I gialloneri archiviano la pratica nella prima frazione di gioco con un 3 reti che non lasciano possibilità di replica agli avversari. Adesso, i ragazzi di Letsch dovranno sperare nel miracolo del Rennes, chiamato a fermare il Tottenham per far sognare ancora il club di Arnhem: comunque vada, gli olandesi hanno veramente dato il massimo in un girone ostico e quasi proibitivo.

IL VITESSE CHIUDE IN BELLEZZA: LETSCH SPERA IN UN MIRACOLO DEL RENNES

Il Vitesse non delude le aspettative e vince l’ultima partita del girone balzando al 2° posto: il percorso dei gialloneri è stato fantastico in un girone proibitivo che vedeva gli olandesi fuori senza repliche. Invece, i ragazzi di Arhnem hanno battagliato fino alla fine e, ora, sperano nel passaggio ai playoff di Conference League, ma tutto dipenderà da come andrà a finere il match tra Tottenham e Rennes: se i francesi riuscissero a bloccare gli inglesi, Letsch vedrebbe continuare il suo sogno europeo.

Contro il Mura, l’incontro si chiude dopo appena 45 minuti: la formazione slovena non è all’altezza del Vitesse che si diverte contro “la Cenerentola” del gruppo: 3 le realizzazioni nella prima frazione di gioco con Buitink che firma il vantaggio dopo appena 4 giri di orologio. L’assist vincente è di Openda che scrive il suo nome sul taccuino dei marcatori per il 2-0: il belga sta vivendo un momento magico sia in Europa che in Eredivisie con il 4° centro nelle ultime 4 gare, tre negli ultimi 180 minuti disputati. A calare il tris e chiudere i conti è Huisman, al suo 2° centro in Conference dopo la marcatura che ha permesso di raggiungere il 3-3 con il Rennes. Il centrocampista del 2002 è riuscito a gonfiare la rete sui campi internazionali, mentre è ancora a secco nella massima divisione olandese. Nella ripresa i ritmi si abbassano, gli olandesi iniziano a fare qualche cambio i vista del campionato e il 3-1 di Marosa è solo per rendere meno pesante il passivo.

Successo importante che, adesso, mette pressione al Tottenham: gli inglesi non sono scesi in campo per una decimazione di rosa dovuta al COVID. Il Rennes, primo e già qualificato, dovrà affrontare gli uomini di Conte: se i francesi riuscissero a bloccare gli Spurs, il Vitesse potrebbe continuare la sua avventura europea, accedendo ai playoff di Confernce League. Tutta Arnhem spera nel miracolo, nel frattempo è innegabile l’ottimo lavoro svolto da Letsch in un girone tecnicamente superiore alle qualità dei gialloneri.