Werder, sognare non costa nulla

DFB-Pokal, Coppa di Germania semifinali. Il piatto forte è sicuramente Hertha-Dortmund di domani, ma anche il match di stasera è un antipasto gustoso. Bayern-Werder, con gli uomini di Guardiola pronti in un sol boccone a mangiarsi gli avversari. Forse, perché se il calcio è lo sport più bello del mondo un motivo ci sarà e allora magari, per 90 minuti, le prede diventano cacciatori. Sognare non costa nulla.

Davide contro Golia

La differenza in classifica è imbarazzante: il Bayern, primo con 78 punti, si avvia verso la vittoria del “Meisterschale“; di fronte il Werder, 31 punti, che sta lottando con tutte le sue energie per restare nella massima serie tedesca. Ma non è solo una questione di classifica. Il Bayern è una corazzata che punta a vincere tutto; una squadra ricca di talento, il cui condottiero, Guardiola, ha aggiunto quel pizzico di follia che le permette di uscire da situazioni per altri impossibili da superare (chiedere alla Juventus). Un gigante del calcio che non vuole fermarsi ora perché il bello viene adesso quando devi concretizzare quanto fatto di buono. Ma anche i ragazzi di Skrypnyk hanno un leader a cui aggrapparsi: si tratta di Claudio Pizarro, uno che conosce molto bene il clima all‘Allianz Arena ma è pronto a dare battaglia, senza paura, l’unico sentimento che oggi non deve accompagnare il Werder.

Sognare l’impresa

Sembra una semifinale dall’esito già scritto. Troppo forte questo Bayern per essere sconfitto. No, non è troppo forte perché nel calcio nessuno è imbattibile. Lo ha dimostrato il Barcellona che, nel giro di un mese e mezzo, ha perso il patrimonio di dodici punti riaprendo la Liga; lo sta dimostrando la Premier League dove, contro tutti i pronostici, il titolo se lo stanno giocando Leicester e Tottenham; e lo ha dimostrato lo stesso Bayern nella doppia sfida di Champions contro la Juventus. E’ anche vero, però, che il Il Werder è una squadra diversa e non avrà il coraggio di pressare alto e attaccare la squadra di Guardiola (troppo alto il rischio di subire una goleada) ma preferirà fare intensità nella propria area e ripartire quando ne avrà l’occasione. Stasera però è una semifinale e sognare, si sa, è gratis e allora bisogna provarci, perché magari la magia del calcio, oggi, farà un altro miracolo.

Bayern-Werder, impresa impossibile. Eppure nel calcio si può, perché la serata storta può capitare a chiunque e perché se un attimo prima sembri invincibile, l’attimo dopo si ribalta tutto e allora il Werder deve attaccarsi a quell’attimo, a quel momento dove tutto si capovolge per compiere un’impresa da raccontare ai propri nipoti.

Impostazioni privacy