Se in Bundesliga il Bayern Monaco sembra aver ormai ipotecato il nono Meisterschale consecutivo (e con lui uno dei tecnici più ambiti al mondo), in Zweite Liga, a sole 3 giornate dalla fine, nessuna delle 8 squadre in corsa è ancora certa di riuscire a centrare la promozione nella massima serie tedesca. Un evento straordinario, che certifica l’equilibrio e la competitività di un campionato che si preannuncia spettacolare fino all’ultimo secondo di gioco.

Fra tutte le formazioni in corsa, la più determinata è senza dubbio il Bochum: pur avendo subito 9 sconfitte in 31 gare, la squadra allenata da Reis ha sicuramente sorpreso per la sua impressionante forza mentale, che le ha permesso di conquistare il primo posto già a inizio marzo. Il merito va ricercato tanto nell’allenatore quanto nei due elementi più talentuosi della rosa, Zoller e Zulj. Il primo, attaccante con quasi 100 presenze in Bundesliga, ha segnato 15 gol, mentre il secondo, considerato in passato come una delle Next Big Thing del calcio austriaco ma mai capace di fare il definitivo salto di qualità, ha realizzato 12 gol e 12 assist, tanto che la sua esplosione sembra più che mai vicina.

Zweite Liga
Zulj e Zoller esultano dopo aver segnato contro i Würzburger Kickers.

Da non sottovalutare, però, nemmeno la seconda classificata, il Greuther Fürth, che con una partita in meno e 54 punti insidia la capolista da quasi tutto il girone di ritorno: tatticamente solidissima ma priva di un attaccante di spessore, la squadra di Leitl ha stupito tutti gli addetti ai lavori, soprattutto considerando che gli investimenti della proprietà sono stati tutt’altro che ingenti. Purtroppo, Ernst e Raum, due dei maggiori talenti della squadra, sono già stati “prenotati” da Hannover e Hoffenheim, e per questo motivo il ritorno in Bundesliga dei Kleeblatt si preannuncia ancora più complicato.

Discorso completamente diverso quello che riguarda l’Amburgo e il Fortuna Düsseldorf, rispettivamente la terza e la quinta forza della seconda divisione tedesca: pur potendo contare sulle due rose più costose di tutta la Zweite Liga, né la squadra di Thioune né quella di Rösler sembrano avere le carte in regola per ottenere la promozione in Bundesliga. E, nel caso dell’Amburgo, questo potrebbe rappresentare un vero e proprio disastro, dato che si tratterebbe della terza promozione fallita di fila, benché nella rosa trovi posto un attaccante di assoluto valore come Terodde. Le 4 partite consecutive senza vittoria, quindi, spaventano e non poco i tifosi dell’Amburgo.

Zweite Liga
Terodde si dispera nel match contro lo Jahn Regensburg.

Il quarto classificato Holstein Kiel, invece, non solo ha tutte le carte in regola per conquistare il terzo posto, ma potrebbe addirittura puntare alla vetta. La squadra del giovanissimo Werner, infatti, deve recuperare ben 3 partite, e, se riuscisse a vincerle tutte, andrebbe ad appena 1 punto dal Bochum primo: tutto questo senza poter contare su un vero e proprio attaccante, dato che il miglior marcatore della squadra, Mühling, gioca da centrocampista centrale.

Le ultime squadre in corsa per un posto nella prossima stagione di Bundesliga sono Heidenheim, St.Pauli e Karlsruhe. Se la prima ha già sfiorato la promozione l’anno scorso, fermato solamente da un più esperto Werder Brema, St.Pauli e Karlsruhe mancano dai vertici della seconda divisione da quasi 10 anni. Fra le tre, la squadra allenata da Eichner ha le più alte possibilità di conquistare quantomeno il terzo posto, che, pur distando 7 punti, potrebbe avvicinarsi grazie alle due partite da recuperare. Il bomber Hofmann, quindi, è chiamato ad aggiungere altri gol ai 10 segnati fino ad ora.