Il Manchester City in ginocchio davanti ad Adama Traoré, la Premier League in ginocchio davanti al Liverpool. La prova perfetta del Wolverhampton coincide con un colpo quasi da KO al campionato inglese, che adesso vede i Reds scappare via con un margine difficilmente colmabile. Sia perché questa squadra che fin qui è andata avanti con 3 punti di media, sia perché è complicato immaginare quanto ci metterà la squadra di Klopp a perderli in campionato quegli 8 punti, ammesso che chi sta dietro sia in grado di vincerle tutte.

Difficile se si affronta un avversario come il Wolverhampton, adesso sì sui suoi livelli. A inizio campionato ha pagato probabilmente la gestione degli impegni con l’inizio delle coppe e un calendario pesante alle spalle, adesso invece comincia a ingranare con un passo notevole. E il simbolo di questa vittoria è Adama Traoré, uno dei calciatori esplosi nel 2019: un gol solo nella scorsa Premier, due tutti insieme contro il Manchester City in quella che è sostanzialmente la partita della sua consacrazione,.

Un esterno capace di fare tutto al massimo della velocità: copre, spinge, salta l’uomo. Adesso segna pure. Nelle giornate migliori diventa devasta,te prestazioni che hanno incantato sia in ambito nazionale che internazionale, a partire dal super doppio confronto con il Torino in cui è stato letteralmente imprendibile nei 180 minuti. Lui si è preso l’incarico di trascinare gli Wolves nella partita più importante vinta fin qui, bravo a dare la scossa alla sua squadra, adesso viva di nuovo anche per ambizioni importanti, ma anche alla Premier che rischia di perdere una candidata importante.

Se quello con il Norwich era visto come un passo falso anticipato del City, questo ha il sapore della resa, per quanto si stia parlando solamente del mese di ottobre. Ma un Liverpool così è difficilissimo da fermare, soprattutto se si cade davanti alle difficoltà portate da chi come Adama Traoré ha vissuto la propria giornata di grazia.

 

Segui Footbola anche sulla nostra pagina Facebook.