L’ottima annata con il Siviglia e le prestazioni con la sua nazionale in UEFA Nations League hanno permesso a Promes di strappare un biglietto per Amsterdam e firmare con l’Ajax di Ten Hag. L’attaccante giunge con la voglia di imporsi in Europa, dopo lo straordinario cammino degli ajacidi in Champions, bloccata solo dalla rimonta del Tottenham in semifinale. Sicuramente il suo arrivo permetterà ai biancorossi di alleggerirsi in attacco con un possibile partente tra Ziyech e Tadic: il serbo è corteggiato in Cina mentre il marocchino deciderà il suo futuro dopo la Coppa d’Africa.

PROMES, ESPERIENZA E VELOCITÀ ALLA CORTE DI TEN HAG

Promes, cresciuto nelle giovanili dell’Ajax, torna alla base dopo tanta esperienza in giro per l’Europa: l’Eredivisie la conosce benissimo dopo aver militato nel Twente e un anno in prestito con gli Eagles in Eerste Divisie. Propio il campionato olandese gli ha permesso di mettersi in mostra prima di abbandonare l’Olanda per volare in Russia alla corte dello Spartak Mosca.

Con i russi riesce ad alzare qualche trofeo con la conquista della Russian Premier League nel 2017 e la supercoppa di Russia nel medesimo anno. Ben 4 stagioni con la maglia del club di Mosca dove ha collezionato la bellezza di 115 presenze e 59 reti. Gli ottimi risultati gli consentono di entrare nelle mire del Siviglia che acquista il ragazzo nell’estate del 2018 per un cifra di circa 20 milioni ed un contratto fino al 2023. In Liga, Promes, perde un il vizio del gol, anche perchè viene spesso utilizzato come terzino o centrocampista laterale, rimandendo troppo distante dalla porta. Nonostante tutto riesce a siglare 2 centri e a conquistare, nuovamente, la maglia della nazionale.

Nella Uefa Nations League giunge in finale con l’Olanda, grazie ad una sua realizzazione nei tempi supplementari che condanna l’Inghilterra all’eliminazione. Peccato che il Portogallo di Cristiano Ronaldo riesca a battere gli Oranje nel match decisivo, costringendo l’11 di Koeman ad accontentarsi della medaglia d’argento.

L’Ajax di Ten Hag, alla ricerca degli uomini adatti per non indebolire la rosa dopo la fantastica stagione in Eredivisie ed in Champions, ha deciso di riportarlo in patria per godere di tutte le sue caratteristiche. Nel 4-3-3 può ricoprire l’esterno d’attacco, dando respiro a Ziyech, Tadic o Neres. Ovviamente il suo arrivo liberà o il marocchino o il serbo che beneficiano dell’interesse di club europei e asiatici. L’Ajax si è voluta tutelare regalando al suo allenatore un giocatore adatto al suo stile di gioco: Promes ha sempre dimostrato di essere non solo duttile ma anche veloce, letale sotto porta e dotato di un dribbling che gli permette di saltare l’uomo e creare superiorità. Non è egoista e preferisce servire un compagno di squadra più che tentare una soluzione forzata o senza una buona riuscita. L’arrivo ad Amsterdam lo riporta al centro del calcio europeo con la speranza che la sua consacrazione arrivi definitivamente una volta per tutte.