Una notte magica per l’Ajax che, dopo il 4-0 alla Johan Cuijff Arena, vince per 3-1 a Dortmund, blindando il primo posto e la testa della classifica. Gli ajacidi dimostrano di essere di un altro pianeta dominando sia in Champions che in Eredivisie: solo 4 gol subiti, 2 per competizione, in un totale di 15 partite. Numeri incredibili per Ten Hag che si gode il momento d’oro e mette la freccia per gli ottavi sperando di avere un sorteggio che sia favorevole per centrare anche ai quarti.

AJAX DEVASTANTE: GIRONE BLINDATO E NUMERI PAZZESCHI

Continua a sorprendere l’Ajax di Ten Hag che blinda il gruppo C di Champions con la schiacciante vittoria sul Dortmund per 3-1, dopo il 4-0 inflitto ai tedeschi in terra olandese. Un passo incredibile degli ajacidi che stanno aumentano in modo esponenziale i numeri positivi tra campionato ed Europa.

La gara, al Signal Iduna Park, parte malissimo per i padroni di casa che si ritrovano senza Hummels dopo appena mezz’ora: nonostante tutto, i gialloneri passano in vantaggio grazie a Reus, implacabile dagli 11 metri. Nella ripresa, complice anche l’uomo in meno, il Dortmund lascia sempre più spazio all’Ajax che alza il baricentro e spinge con maggiore convizione fino a strappare il pari con Tadic. Il serbo continua a gonfiare la rete con una continuità impressionante, ma meglio di lui fa Haller, ancora a segno per il momentaneo 2-1. L’ivoriano è al 7° centro in 4 partite di Champions, una realizzazione in meno da Lewandowski, capocannoniere attuale della competizione: l’attaccante, ex Utrecht e Francoforte, ha siglato 4 realizzazioni nelle ultime 5 partite tra Eredivisie e campi internazionali. A chiudere i conti, in pieno recupero e con un Dortmund arrendevole e ferito a morte, ci pensa Klaassen: il centrocampista è stato servito dal solito Antony, autore dell’assist vincente anche per il 2-1 di Haller. Il brasiliano si conferma una delle migliori armi di Ten Hag con una velocità e un dribbling che permette di dare superiorità alla squadra.

L’Ajax blinda il primo posto e ha due scontri diretti a favore rispetto ai tedeschi secondi che distano dalla vetta 6 punti. I biancorossi di Amsterdam dimostrano di avere un attacco incredibile con 14 marcature in 4 partite di Champions e con 37 gol in 11 partite di Eredivisie: nel complessivo abbiamo 51 realizzazioni in 15 gare per una media di 3,5 centri ad incontro. La difesa non è da meno con solo 4 reti subite in altrettante partite con un totale di 10 clean sheet. Il 4-2-3-1 di Ten Hag sta dando i suoi frutti con giovani di talento e giocatori di esperienza: il centrocampo ha ritrovato quella stabilità che non si vedeva dal trio Klaassen-F. de Jong-Van de Beek. Con i giusti equilibri e con questa sicurezza di esecuzione, l’Ajax può veramente sognare in grande.