Due big del calcio francese in crisi.  I rispettivi obiettivi di Lione e Lille della zona Champions e della zona Europa League sono molto lontani e a rischio. L’ultima sconfitta in casa per il Lione risaliva ad inizio dicembre 2021. La squadra di Bosz sembrava aver trovato la quadra nelle ultime settimane, ma oggi arriva un insuccesso casalingo pesante. Il Lille vince 1-0 grazie alla rete di Gudmundsson, che regala l’ottava posizione in classifica ai campioni di Francia. Due assenze pesanti per entrambe le compagini. L’attaccante del Lille Yilmaz non ha ancora recuperato dall’infortunio all’inguine, mentre la giovane stellina del Lione Cherki dovrebbe aver concluso la propria stagione per una frattura al piede.

LA PARTITA

Ritmi intensi nella prima parte. Occasioni più per il Lione, che conduce il gioco. Il Lille pericoloso in ripartenza con la velocità di Bamba e David. Linee difensive strette per il Lille a coprire lo spazio centrale. Dopo 25 minuti con alcune occasioni, le due squadre non riescono più a velocizzare le azioni offensive e il ritmo si abbassa. Chance importante creata alla mezz’ora da Ekambi, che entra in area dopo uno scambio con il compagno e prova a mettere in mezzo. Pericolo sventato dalla difesa. Al 35′ arriva, in un momento bloccato del match, il gol di Gudmundsson per il vantaggio del Lille. Il cross di Xeka da destra subisce una deviazione da parte di Thiago Mendes, che mette fuori causa Celik. Alle spalle del turco sbuca il giocatore svedese del Lille, che non sbaglia. Nel finale di primo tempo occasioni interessanti per Paquetà e Faivre. Il brasiliano uno dei più convincenti del Lione

Alla ripresa è assedio dei padroni di casa, alla ricerca del gol del pari. Il Lille serra la difesa, ma non riesce a ripartire. Nei minuti finali ci sono numerose occasioni per il Lione. Prima il salvataggio pazzesco di Fonte su Kadewere, che spreca un’occasione clamorosa a pochi passi dalla porta. Poi la rete annullata a Paquetà, che era riuscito a segnare dopo aver scippato il pallone al portiere Jardim. C’è però un fallo dell’ex Milan sull’estremo difensore degli avversari e l’arbitro Turpin non convalida la rete grazie all’aiuto del VAR. Con queste ultimissime emozioni si conclude il match e probabilmente anche la corsa Champions in campionato per il Lione.

LIONE (4-2-3-1): Lopes; Dubois, Mendes, Lukeba, Emerson; Ndombelè, Caqueret; Faivre, Paquetà, Ekambi; Dembele

LILLE (4-4-2): Jardim; Celik, Fonte, Botman, Djalo; Sanches, Xeka; Gudmundsson, Ben Arfa, Bamba; David

Tabellino: 35′ Gudmundsson (LIL)

FISCHI PER L’EX BEN ARFA

Il centrocampista di origini tunisine non ha un buon rapporto con le vecchie squadre Lione e PSG. In particolare ai parigini aveva fatto causa per mobbing, viste le ripetute panchine durante la sua esperienza. Anche con L’OL le sue prestazioni non sono state soddisfacenti e Ben Arfa lasciò poi il club nel 2010 dopo due anni con la maglia del Lione.

Il passaggio al Lille è avvenuto nella finestra invernale del calciomercato 2021-2022. Quella di stasera è stata la quarta partita in Ligue 1 con la maglia dei campioni di Francia. Per adesso un assist all’attivo. Oggi la prestazione del trequartista è stata positiva, con alcuni lampi interessanti nel primo tempo. Alla sua uscita dal campo nella seconda frazione è arrivata però una pioggia scrosciante di fischi per Ben Arfa, provenienti da tutto lo stadio Parc Olympique.

 

I PROSSIMI IMPEGNI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA

In campionato il Lille avrà due sfide sulla carta abbordabili contro Clermont e St.Etienne, entrambe in casa. La zona Europa League è adesso a -4 e saranno importanti le prossime prestazioni. Sempre tra le mura domestiche, ci sarà poi la prestigiosa partita di Champions contro il Chelsea. Nella gara di ritorno degli ottavi di finale, la squadra francese dovrà recuperare dal 2-0 dell’andata.

La situazione del Lione in Ligue 1 è sempre più complessa. Dopo la sconfitta di stasera, la squadra di Bosz è al momento decima e a -8 dalla zona Champions. La prossima sfida è in trasferta contro il Lorient. Il 3 marzo invece è in programma l’andata degli ottavi di finale di Europa League contro il Porto, che ha eliminato nel turno precedente la Lazio. Sarà cruciale per il Lione continuare il percorso in questa competizione, per lasciare accese le speranze di qualificazione in Champions.