Dopo una settimana nerissima, l’AZ prova a riprendersi e il primo passo è la vittoria contro il Twente, in casa di una delle formazioni più in forma dell’Eredivisie. I Tukkers non sono brillanti e gli ospiti prendono terreno grazie a Koopmeiners autore della doppietta nel 3-1 finale. Un successo che chiude con una nota positiva gli ultimi 7 giorni dopo il ko con il Groningen, l’eliminazione dall’Europa League e l’esonero di Slot che ha dato vita a questo periodo buio.

L’AZ VINCE E SI RILANCIA: L’ESONERO DI SLOT È GIÀ ALLE SPALLE?

Una nota lieta per l’AZ che cerca di rissolevare le sue sorti dopo l’addio di Slot, voluto dalla società dopo che l’allenatore ha contattato il Feyenoord per la prossima stagione. La dirigenza ha preso una drastica decisione che ha portato alla sconfitta contro il Groningen e al conseguente aumento di distacco dall’Ajax capolista. Dopo i biancoverdi, il secondo ko in pochi giorni ha visto i biancorossi di Alkmaar abbandonare il sogno europeo con l’eliminazione dall’Europa League. Dopo tante sventure, la vittoria di forza contro il Twente è una vera e propria boccata di ossigeno che permette a Jansen, l’attuale allenatore, di ritrovare i giusti stimoli per la sua rosa.

Al De Grolsch Veste, i padroni di casa entrano in campo molli e senza molte idee, una configurazione completamente diversa da quella mostrata in Eredivisie dai Tukkers da inizio stagione. L’AZ conquista sempre più terreno fino al gol di Koopmeiners che sblocca il match dal dischetto: la rete da fiducia agli ospiti che, prima del duplice fischio, raddoppiano con Sugawara imbeccato perfettamente da un ottimo Karlsson. Nella ripresa, il Twente, prova con orgoglio a riaprire l’incontro e, inizialmente, riesce a spaventare i biancorossi di Alkmaar grazie a Danilo, infallibile dal dischetto del rigore. L’attaccante, in prestito dall’Ajax, sigla il suo decimo gol in 12 partite, agguantando Giakoumakis e Berghuis in testa alla classifica marcatori. Accorciando le distanze, i padroni di casa alzano il ritmo, chiudendo gli avversari nella loro metà campo. L’AZ inizia a tremare, vittima dei costanti fantasmi che ne hanno minato la tenuta mentale in questa stagione: la paura di una rimonta si fa sempre più ampia fino al 90′, quando Koopmeiners chiude i conti con la sua doppietta personale.

Il centrocampista si rivela ancora una volta fondamentale alla causa della società biancorossa che, il prossimo anno, rischia seriamente di perderlo di fronte ad una buona offerta. Il Napoli ha già sondato il terreno e, Gattuso, è pronto all’assalto decisivo per bruciare la concorrenza. Sono 6 le realizzazioni in 11 partite, 3 nelle ultime 2 di campionato. Il suo apporto è essenziale alla manovra dell’AZ che non può più far a meno di lui. Il successo è una boccata d’ossigeno sia per la classifica sia per il morale, visto il bruttissimo periodo della rosa: 6° posto in classifica, un solo punto dal Twente e 10 dalla vetta. La corsa per il titolo resta proibitiva, ma un posto in Europa è alla portata di mano.