Il Bayern Monaco scendeva in campo con l’obbligo di ottenere i tre punti visto la sconfitta, inattesa, del Lipsia sul campo dell’Eintracht Francoforte. I bavaresi, infatti, con un successo si sarebbero portati a un solo punto dai Roten primi in classifica. All’Allianz Arena arrivava uno Schalke reduce da quattro risultati utili consecutivi e con la voglia di dimostrare la propria candidatura per il Meisterschale. La partita è stata un dominio totale dei ragazzi di Flick che non hanno mai permesso agli avversari di entrare in partita. Un cinque a zero arrivato con la forza e la rabbia di chi vuole, a tutti i costi, riconquistare la vetta della Bundesliga. Il Lipsia, ora, dista un solo punto e il nove febbraio ci sarà la sfida proprio contro i ragazzi di Nagelsmann.

Bayern, parte la rimonta

Una partita fondamentale considerando anche la sconfitta del Lipsia; il Bayern ci ha impiegato sei minuti a far capire allo Schalke che tipo di partita sarebbe stata. Lewandowski sfrutta l’errore di Schubert e, grazie al suo ventunesimo goal in campionato, porta in vantaggio i suoi. Da quel momento dominio totale e incondizionato dei campioni di Germania: occasioni create in serie, due goal annullati e un risultato che poteva essere molto più pesante per i Knappen. Il Bayern ha iniziato questo 2020 con nove goal fatti e nessuno subito; un messaggio importante nei confronti del Lipsia capolista.

Schalke, una serata da dimenticare

Prima di questa sfida era la miglior difesa della Bundesliga con ventuno goal subiti; lo Schalke si presentava all’Allianz Arena deciso a fare bella figura per provare ad inserirsi nella lotta al Meisterschale. I novanta minuti hanno dimostrato come i ragazzi di Wagner non siano ancora pronti a competere per determinati obiettivi. Una gara in completa balia dell’avversario senza mai riuscire a esprimere il proprio gioco. Una sconfitta pesante specie per le proporzioni del punteggio; lo Schalke, però, deve ripartire per tenere vivo il sogno quarto posto.