Il derby va all’Excelsior che complica la stagione dello Sparta Rotterdam

Si infiamma la lotta per la permanenza in Eredivisie con la vittoria dell’Excelsior contro lo Sparta Rotterdam. Nel derby disputato all’Het Kasteel, gli ospiti si sono imposti con un 3-2 sudato e per nulla facile, nonostante il match si fosse sistemato sui giusti binari. Trascinatore della serata è Hasselbaink che, con una doppietta, ha permesso ai suoi di poter gioire al triplice fischio. L’Excelsior aggancia proprio lo Sparta in classifica a quota 18: per i biancorossi terzo ko consecutivo e salvezza nuovamente a rischio.

L’EXCELSIOR RESPIRA, LO SPARTA TORNA A TREMARE

Lo Sparta crolla tra le mura amiche compromettendo gli ottimi risultati ottenuti e tornando a tremare sull’orlo dei playout salvezza. L’Excelsior espugna l’Het Kasteel e aggiunge 3 punti al proprio bottino, raggiungendo i rivali in classifica e il NEC. Si infiamma la lotta per l’Eredivisie a sole 4 giornate dalla fine dei giochi.

Nessun grande cambiamento nelle formazioni con il solito Hasselbaink a guidare il reparto offensivo degli ospiti. Dopo appena 10 minuti dal calcio di inizio, i padroni di casa sbloccano il match con uno sfortunato autogol di Koolwijk: perfetto il calcio d’angolo al centro dell’area con il portiere Hahn protagonista di un’uscita fuori tempo. Il pallone scavalca il numero 1 dell’Excelsior e si spegne addosso all’incolpevole centrocampista che diventa autore dell’autogol. 1-0 per i biancorossi che prendono coraggio alzando baricentro e ritmo. Gli uomini di Van der Gaag provano a reagire, ma l’impeto dei cugini non permette di realizzare il classico gioco palla a terra. L’occasione del pareggio è al 23′ sempre da calcio d’angolo. La battuta è lunga sul secondo palo dove è ben appostato Mattheij che colpisce di testa facendo da sponda a Hasselbaink. Il nipote di Jimmy Floyd, a due passi da Kortsmit, prolunga di testa e gonfia la rete. 1-1 e tutto da rifare per lo Sparta che perde la bussola e cade in balia degli avversari. Quando ormai mancava un minuto al duplice fischio, giunge il raddoppio degli ospiti: lancione lungo da parte della difesa e grave svarione da parte del reparto arretrato dei padroni di casa. Van Duinen libera Elbers che davanti all’estremo difensore non sbaglia. Rimonta completata e tutto rimandato alla seconda frazione di gioco.

Nella ripresa non c’è il tempo neanche di ragionare che Hasselbaink chiude definitivamente la partita: contropiede veloce che si trasforma in un 3 contro due. Riberio serve la punta che di piatto non sbaglia, nonostante l’uscita a valanga di Kortsmit. 3-1 che fa calare il sipario sul derby con i tifosi di casa completamente ammutoliti. L’Excelsior, forte del parziale, inizia a far girare palla colpendo appena possibile, ma senza scoprirsi ne forzando le operazioni offensive. Lo Sparta Rotterdam, spaesato e senza un vero e proprio leader in grado di smuovere la mentalità dei compagni, vagabonda per il campo sperando di imbarcare meno realizzazioni possibili. Un barlume di speranza lo da Pusic a pochi minuti dallo scadere: Van Moorsel recupera palla in area e di esterno destro prova a battere in rete. Il pallone viene deviato dall’intervento di un difensore che, però, non evita l’inserimento e il gol dell’attaccante. 3-2 ma troppo in ritardo: nonostante il forcing finale l’arbitro decreta la fine delle ostilità.

L’Excelsior respira andando ad agganciare Sparta e NEC in classifica uscendo, almeno al momento, dalla zona playout. Sempre peggio i padroni di casa al 3° ko consecutivo e tornati a lottare per una permanenza in Eredivisie che era data abbastanza per scontata. Una formazione di Rotterdam che complica la vita ai cugini: si infiamma la lotta per la salvezza nel finale di stagione. Ecco il video del match con tutti i gol siglati:

Impostazioni privacy