Tre sconfitte consecutive, otto in undici partite di Bundesliga, una classifica drammatica e l’eliminazione al secondo turno di DFB-Pokal contro il Saarbrücken, squadra che milita in Regionalliga Südwest. Bilancio pessimo per una squadra, il Colonia, salita dopo aver dominato il campionato di Zweite Liga. Il due a uno casalingo, anche sfortunato, subito dall’Hoffenheim ha portato la dirigenza a una scelta tanto delicata quanto necessaria: l’esonero di Beierlorzer. Al suo posto è arrivato Markus Gisdol, capace di salvare l’Amburgo nella stagione 2016/2017 dopo essere subentrato a Labbadia. Il neo tecnico a partire dalla sfida, proibitiva, con il Lipsia dovrà provare a compiere un’altra impresa: salvare un Colonia con il morale a terra.

Gisdol e le tre mosse per salvare il Colonia

Nella stagione 2016/2017 venne chiamato dall’Amburgo alla sesta giornata; questa volta subentra prima della dodicesima con un compito piuttosto complicato, salvare il Colonia. Il primo aspetto su cui Gisdol dovrà lavorare è quello mentale; nelle ultime settimane Hector e compagni hanno mostrato una fragilità che non può far parte di una squadra il cui obiettivo è la permanenza in Bundesliga. Il problema, forse, è proprio questo. Il Colonia non pensava di trovarsi in fondo alla classifica e convivere con una situazione inattesa non è per nulla semplice.

La seconda mossa del nuovo tecnico sarà svegliare un reparto offensivo non da diciassettesimo posto. Terodde, Cordoba e Modeste possono e devono fare molto più dei cinque goal totali messi a segno fino a questo momento.

Infine, ma non per questo meno importante, il modulo. Gisdol è solito utilizzare il 4-2-3-1, sistema di gioco che il Colonia ha già utilizzato in alcuni momenti della stagione. Provando a ipotizzare l’undici scelto dal neo tecnico, la difesa dovrebbe avere Bornauw e Czichos in mezzo con la coppia Ehizibue-Katterbach sulle corsie. In mezzo al campo Skhiri a dettare i ritmi di gioco mentre Hector dovrà occuparsi di distruggere il gioco avversario. Sulla trequarti Schaub-Terodde-Schindler a supporto di Modeste o Cordoba; per quanto riguarda Terodde è la classica prima punta ma non è da escludere un suolo ruolo da trequartista atipico considerando come Gisdol ami proporre un modulo piuttosto offensivo. Una squadra con tutte le caratteristiche per raggiungere la salvezza. La prova definitiva sarà data dal campo e il calendario, fino alla prossima sosta, sarà determinante per capire il futuro del Colonia.